Il TRENO VOLANTE: si mette le ali e si trasforma in aereo

Il treno che va a prendere i passeggeri in stazione, li porta in aeroporto e dopo aver aggiunto le ali decolla

Credit: futurix.it

Una delle cose più scomode quando si viaggia è il tragitto stazione-aeroporto.

Molto spesso la scena è più o meno questa: si trascina una valigia con una ruota zoppicante per centinaia di metri, gli occhiali da sole che cadono, la macchina fotografica che impiglia nel maglione e il telefono che squilla.


Per non parlare di quando ci si deve liberare di tutte queste cose ai controlli all’aeroporto per poi riappropriarsene due minuti dopo facendo ancora più fatica.

Ma se il treno portasse i passeggeri direttamente sulla pista di decollo? Sarebbe comodissimo.

E se fosse lo stesso treno a decollare? Sarebbe geniale.



Il TRENO VOLANTE: si mette le ali e si trasforma in aereo

# Link&Fly: il prototipo del treno volante

Credit: @tectvoficial

Si chiama “Link&Fly” ed è il nuovo prototipo di treno volante presentato dalla società francese Akka Technologies che vale 1,3 miliardi di dollari.

Definire questo mezzo un treno volante non è sbagliato, in effetti il Link&Fly può infatti fungere sia da treno che da aereo.

Si tratta di un aereo che una volta atterrato, grazie alle ali smontabili, può trasformarsi in un convoglio che viaggia su binari normali ma si tratta anche di un treno che, una volta aggiunte le ali, prende il volo.

Il treno-velivolo potrà trasportare 162 passeggeri, e i sedili potranno essere spostati per trasportare merci. Con ali e motori avrà un’apertura alare di circa 49 metri, con 34 metri di lunghezza e 8 di altezza.

# Dalla stazione all’aeroporto senza scendere

Credit: siviaggia.it

Quando si viaggia una delle cose più scomode è dover fare il tragitto stazione-aeroporto con valigia, borse, occhiali da sole, giornale e chi ne ha più ne metta.

Grazie a Link&Fly questo non sarà più un problema: il nuovo treno volante pronto a rivoluzionare i sistemi di trasporto passerà a prendere i viaggiatori alla stazione e, una volta arrivato in aeroporto, verrà “agganciato” a un paio di ali.

Qualche controllo e sarà pronto a prendere il volo.

# La comodità del futuro

Credit: @akkatechnologies

L’obiettivo è quello di facilitare lo spostamento dei passeggeri dal luogo di residenza all’aeroporto, accelerare i tempi di attesa negli scali e agevolare le operazioni di imbarco.

In questo modo i passeggeri potrebbero salire sul treno dalla stazione più vicina, arrivare in aeroporto e partire, tutto questo senza mai scendere.

Per il momento rimane il problema dei controlli di sicurezza prima dell’imbarco, che secondo Akka Technology potranno essere effettuati dal personale addetto attraverso una scansione della retina dei passeggeri, durante il viaggio verso l’aeroporto.

Come riporta  siviaggia.it secondo l’amministratore delegato di Akka, Maurice Ricci Dopo l’auto elettrica, la prossima grande rivoluzione riguarderà gli aeroplani”.

Sarà questo il caso?

Continua la lettura con: Il VOLO AEREO più corto del mondo: un viaggio di 53 SECONDI

ARIANNA BOTTINI   

Riproduzione vietata ai siti internet che commettono violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte   

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)   

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato  

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.