La storia di Sir Cecil Chubb, l’uomo che COMPRÒ STONEHENGE

Il suo nome è indissolubilmente legato al famoso monumento ed alla sua generosità, che lo resero Baronetto

Credit: @stonehenge

Nativo di Shrewton (unica cittadina che lo celebra ancora oggi, con una targa sulla
casa ove visse) a pochi chilometri da Stonehenge, era il figlio del sellaio del paese.
Il suo nome è indissolubilmente legato al famoso monumento ed alla sua generosità, che lo resero Baronetto.

La storia di Sir Cecil Chubb, l’uomo che COMPRÒ STONEHENGE

# Cecil Chubb ed il suo contesto

Credit: en.wikipedia.org

Ebbe l’occasione di studiare, che mise subito a frutto, sino ad arrivare al Christ’s
College di Cambridge, ove si laureò sia in Scienze che in Giurisprudenza, divenendo
poi avvocato.
Nel 1902, ventiseienne, sposò la sua amata Mary, assieme alla quale gestì dal punto di vista economico l’ospedale psichiatrico di Salisbury, aiutandolo a diventare (dal 1924) la struttura più grande ed avanzata d’Europa nel suo genere.


# Stonehenge in vendita e la scelta di Chubb

Credit: @stonehenge

La famiglia nobiliare degli Antrobus, all’epoca molto attiva a Chester ed in possesso del complesso megalitico dal 1820, decise di mettere Stonehenge all’asta in seguito alla morte di Edmund (l’erede maschio della famiglia) nell’ottobre del 1914, durante la Prima Guerra Mondiale.

Nel 1915, approfittando di un’asta, l’avvocato Chubb, ormai facoltoso, decise di
comprare Stonehenge per la somma di 6000 sterline dell’epoca (ossia circa
680.000 di oggi, quasi un milione di euro attuali).

Anche se l’aneddotica del tempo riporta che Cecil intendesse comprare il monumento per regalarlo alla moglie (che non ne sarebbe stata entusiasta), è assai più possibile che ad animarlo fosse l’amor di patria, poiché sembra che non volesse far cadere Stonehenge in mano gli speculatori, soprattutto statunitensi.



In effetti, l’amore dell’avvocato Chubbs per la sua terra era noto; dopo l’attività forense, egli divenne membro del consiglio comunale di Salisbury e, successivamente, Giudice di Pace per lo stesso circondario.
Dopo che ebbe donato Stonehenge allo Stato (tale donazione porta la data del 26 ottobre 1918), nel 1919, il Primo Ministro Britannico dell’epoca, David Lloyd-George, lo fece Baronetto, consentendogli di raffigurare il monumento di Stonehenge sul suo stemma.
Il titolo nobiliare si è estinto nel 1957, alla morte di Sir John Chubb, figlio di Cecil.

# L’eredita dell’avvocato-baronetto: Stonehenge oggi

Credit: @raw_europe_

Il prezzo stabilito all’epoca dall’avvocato Chubb per visitare Stonehenge (“non più di uno scellino”) sarebbe un po’ incoerente col prezzo del biglietto d’ingresso al
giorno d’oggi, pari a poco più di 20 sterline.

Nel 1980 i nipoti di Chubb hanno scoperto la targa che lo commemora nella sua Shrewton, ma anche prima di allora Stonehenge era notissima, apparendo in migliaia di foto e cartoline, nonché in centinaia di film.

Continua la lettura con: L’APPARTAMENTO più COSTOSO di Milano è stato venduto! Chi l’ha comprato?

ANTONIO ENRICO BUONOCORE

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Leggi anche: Lo scandalo delle false partite Iva: basta ipocrisia, serve una proposta politica

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.