La città SOMMERSA: il PARADISO ARTIFICIALE dei SUB di tutto il mondo

La piscina più tecnologica del mondo

Credits: maxim.com Deep Dive Dubai

Con poco più di 20 metri supera la famosa Deep Joy, la piscina di Montegrotto Terme profonda 40 metri che utilizza acqua termale.

La città SOMMERSA: il PARADISO ARTIFICIALE dei SUB di tutto il mondo

Stiamo parlando di Deep Dive Dubai, una piscina che sarà un concentrato di tecnologia e che offre, a coloro i quali avranno la fortuna di immergersi in questa meraviglia, alcune sorprese da 1000 e una notte, giusto per rimanere in tema asiatico.


# La piscina dai numeri record

Credits: video.lastampa.it
Deep dive dubai

60,20 i metri di profondità e una capacità di 14 milioni di litri d’acqua, pari a 6 piscine olimpioniche. Numeri da capogiro abbinati a una tecnologia già utilizzata dalla NASA per il filtraggio delle piscine nelle quali i futuri astronauti si allenano per le missioni spaziali. Sul fondo è stata ricostruita una città abbandonata con piante, case con stanze tutte visitabili, garage e auto, come pure un biliardo sul quale sarà possibile sfidarsi in una improbabile sfida negli abissi.

# L’Atlantide di Dubai

Credits: maxim.com
Deep Dive Dubai

Per osservare i provetti abitanti di Atlantide è stato costruito un ristorante con 80 posti a sedere che ha le vetrate che danno direttamente all’interno della vasca, riempita con acqua tenuta costantemente a 30 gradi. Sebbene non ancora aperta al pubblico sono molte le personalità che hanno avuto la fortuna di visitare il sito, al momento è possibile immergersi solo su invito, e di condividere col resto del mondo le proprie emozioni grazie a fotografie divulgate su vari social.

56 telecamere garantiscono la sicurezza a coloro i quali si immergeranno nella enorme vasca, mentre luci abilmente regolate e musica diffusa contribuiscono a rendere ogni immersione una esperienza incredibile.



# A Dubai le cose si fanno bene e in grande

Credits: divemagazine.co.uk
Deep Dive Dubai

Ovviamente per toccare il punto più profondo senza ausilio di bombole occorre essere dei fenomeni mentre con gli autorespiratori ci si garantisce un’immersione in sicurezza e tranquillità da raccontare ai posteri. Dubai non è insolita a inventarsi attrazioni da record e, in questo caso, c’è un rimando alla storia, dato che le popolazioni di questa zona sono diventate famose grazie alla pesca delle perle (l’edificio che contiene la vasca ha la forma di un’ostrica), praticata in mare e spesso a profondità che un normale nuotatore difficilmente raggiunge. In caso di incidente la struttura ospita una camera iperbolica che può contenere fino a 12 persone. Come ogni cosa a Dubai, quando viene fatta…viene fatta in grande.

Continua la lettura con: Londra inaugura la “PISCINA del CIELO”: si potrà nuotare tra le nuvole (immagini)

ROBERTO BINAGHI

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedente🛑 GREEN PASS anche per prendere la METRO?
Articolo successivo5 COSE che a Milano NON SONO COME il resto d’ITALIA pensa di noi
Roberto Binaghi
Nato a Milano il 25 agosto 1965. Sin da bambino frequento l’azienda di famiglia (allora una tipografia, ora azienda di comunicazione e stampa) dove entrerò ufficialmente a 17 anni. Diplomato Geometra all’Istituto Cattaneo a 27 anni e dopo aver abbandonato gli studi grafici a 17, mi iscrivo a Scienze Politiche ma lascio definitivamente 2 anni dopo per dedicare il mio tempo libero alla famiglia e allo sport. Sono padre di Matteo, 21 anni, e Luca, 19 anni. Sono stato accanito lettore di quotidiani e libri storico-politici, ho frequentato gruppi politici e di imprenditori senza mai tesserarmi, per anni ho seguito la situazione politica italiana collaborando anche con L’Indipendente allora diretto da Vittorio Feltri e Pialuisa Bianco (1992-1994). Per questioni di cuore ho iniziato a seguire il mondo del basket dilettantistico ricoprendo il ruolo di dirigente della società Ebro per oltre 10 anni e della Bocconi Basket FIP dal settembre 2019 (ruolo che ricoprirò anche per la prossima stagione). Nel corso degli anni ho contribuito allo sviluppo di alcune start-up e seguito alcuni progetti di mia ideazione che hanno come obiettivo la rivalutazione del patrimonio meneghino oltre che un chiaro interesse sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here