Il primo GRATTACIELO che si MUOVE

Vediamo insieme questo edificio futuristico da far girare la testa. Anche per il prezzo

Credit: @arts_built

Quante volte abbiamo detto o sentito “che sfortuna ci hanno dato la camera che non dà sul mare” oppure “è una bella casa peccato che si affaccia su un vialone”?

L’architetto David Fisher sembra aver trovato la soluzione a questo problema: un grattacielo che si muove dove gli appartamenti ruotano durante la giornata.


Non ti piace la vista? Aspetta qualche minuto e sarà diversa.

Vediamo insieme questo edificio futuristico da far girare la testa.

Il primo GRATTACIELO che si MUOVE

# La Dynamic Tower

Credit: @arts_built

Siamo a Dubai, è qui che si trova il miglior esempio della Dynamic Architecture: un grattacielo che si muove completamente.



Si chiama Dynamic Tower ed è una torre di 420 metri progettata dall’architetto italo-israeliano David Fisher; come molti altri progetti, doveva concludersi nel 2020 ma è andato incontro a rallentamenti a causa della pandemia.

La sua particolarità? É il primo grattacielo al mondo che si muove.

Grazie allo sfruttamento dell’energia solare e del vento, il grattacielo sarà autosufficiente dal punto di vista energetico, un altro esempio della modernità sfrenata che si unisce all’ecosostenibilità.

Per la realizzazione dei moduli Fisher prevede un largo impiego di alluminio, acciaio e fibra di carbonio, che daranno al grattacielo una grande resistenza sismica.

Grazie a queste caratteristiche gli appartamenti potranno essere costruiti con meno manodopera rispetto all’edilizia tradizionale e in tempi più brevi del 30%.

L’idea di questo edificio rotante si appoggia a delle tecnologie innovative: ogni piano della torre è un insieme di moduli prefabbricati che vengono costruiti all’interno di stabilimenti con processi di tipo industriale.

In poche parole, ogni piano arriverà al cantiere praticamente pronto per essere abitato. I moduli, già realizzati secondo i desideri dei fortunati clienti, verranno assemblati tra loro, sovrapposti uno all’altro e agganciati alla struttura portante in cemento armato che contiene la struttura che permetta la rotazione.

# Gli appartamenti che ruotano

Credit: @exumag

Quante volte abbiamo detto o sentito “che sfortuna ci hanno dato la camera che non dà sul mare” oppure “è una bella casa peccato che si affaccia su un vialone”?

David Fisher ha trovato la soluzione a questo problema, il grattacielo che si muove ha infatti un segreto.

A muoversi non sarà l’intera struttura tutta insieme ma ogni appartamento singolarmente in modo autonomo, come in una spirale.

Ogni minuto ciascuno appartamento si muove di 6 metri facendo un giro completo in 3 ore e il resto è facile: non ti piace la vista? Aspetta qualche minuto e sarà diversa.

In ogni momento si potrà decidere se scegliere il panorama che si desidera o lasciare che sia la lenta rotazione ad offrire una vista sempre diversa.

# Un lusso da far girare la testa

All’interno della torre girevole ci sarà un albergo a sei stelle, uffici e diversi appartamenti.

Gli ultimi piani saranno riservati a cinque ville da 1.500 mq ciascuna. Ogni villa avrà a disposizione un posto auto al proprio piano servito da uno speciale ascensore e per non farsi mancare niente sul tetto ci saranno una piscina e un giardino.

Per consentire di raggiungere più velocemente la residenza, la Torre sarà inoltre dotata di una piattaforma estraibile per far atterrare gli elicotteri al livello del 64simo piano.

Ma quanto costerà vivere in un appartamento della Dynamic Tower? Le ipotesi sono cifre da far girare la testa: per ogni appartamento si potrebbe arrivare fino a 30 milioni di dollari.

Sembra un prezzo esagerato? Guardate il video e fateci sapere!


Fonti: artediabitare.it

Continua la lettura con: La CASA VOLANTE: la villetta che si alza per vedere il MARE

ARIANNA BOTTINI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.

 

Spread the love

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here