La CASA VOLANTE: la villetta che si alza per vedere il MARE

"Ho continuato a costruire fino a quando non ho scorto il mare. A quel punto mi sono fermato"

Credit: @forgotten_architecture

Andate a vedere una casa, è molto bella e spaziosa, ha tutti i confort che cercavate ma manca una cosa: non si vede il mare.
Qui, per il 99% delle persone, si aprono due scenari: prendere comunque la casa nonostante non si veda il mare oppure cercarne un’altra.
 
Ma manca l’1%, che in questo caso si chiama Annunzio Lagomarsini, che per vedere il mare ha trovato un’altra soluzione: alzare la casa.
“Ho continuato a costruire fino a quando non ho scorto il mare. A quel punto mi sono fermato”.

La CASA VOLANTE: la villetta che si alza per vedere il MARE

# L’idea di costruire una casa volante da solo

Credit: lacasavolante-lagomarsini.com
 
Quando si pensa ad una casa volante la nostra mente va automaticamente molto lontano, a giovani geni americani che segnano le tappe del futuro.
Per questo volta però, non bisognare andare così lontano.
 
Ci troviamo a La Spezia e il genio è Annunzio Lagomarsini, un costruttore edile in pensione che a colpi di ingegneria e idee geniali è riuscito a creare il suo sogno.
 
Per costruire la casa volante sono serviti 7 anni, dal 1987 al 1994, un tempo breve se si pensa che il signor Lagomarsini ha creato la casa interamente da solo e con una grave invalidità alle mani.
Proprio per l’incidente alle mani ha dovuto creare attrezzi e strumenti di lavoro fatti su misura.
 
Sembra impossibile ma la casa non ha alcun progetto cartaceo, il suo creatore ha infatti sempre preferito vedere le sue idee costruendole, senza una fase di progettazione.
 

# La struttura della casa volante

Credit: @forgotten_architecture

La casa volante è una villetta di 110 m2 disposti su due piani, comprendente due grandi terrazze.

I materiali utilizzati per la costruzione sono per la maggior parte di recupero: putrelle, pistoni, centraline, compressori e bulloni sono ricavati da vecchie industrie e sono pochi i pezzi della casa realizzati su misura.
 

La villetta, come si può vedere, non ha le classiche fondamenta, ma poggia su una struttura “a forbice” senza perno centrale alta 4,20 metri.


Complessivamente, nel momento della sua massima sospensione, la casa è alta 13,50 metri.

Sollevare una casa non è facile: questa struttura di ferro deve issare infatti 1050 quintali ogni volta, eppure sembra che l’inventore abbia trovato il modo corretto per evitare ribaltamenti.

# Il segreto della casa

Credit: lacasavolante-lagomarsini.com

Questa casa di per sè già straordinaria ha un segreto: ruota per far entrare il sole.



Come disse Annunzio Lagomarsini in un’intervista: “perchè devo essere io a seguire il sole e non farlo fare alla casa?”.

La rotazione che compie su se stessa arriva sino a 360˚, impiegando 45 minuti per compiere il giro completo.

La casa è capace di alzarsi e abbassarsi, camminare su rotaie e persino curvare e tutti questi movimenti vengono controllati da un solo pannello di comando elettrico.

Perché fare una casa che si muove? Per inseguire la luce del Sole così da farla entrare sempre nell’abitazione.

# La casa volante oggi

Oggi la casa volante è in stato di riposo, gli ingranaggi non funzionano più e, data la morte del suo creatore e l’assenza di un progetto cartaceo, non è possibile brevettarla.

Questo edificio rimane però la testimonianza di un’idea unica, realizzata da un personaggio altrettanto singolare che ha creato con le sue mani il suo sogno più grande.

Continua la lettura con: Il PALAZZO delle BOLLE: storia e immagini della casa più COSTOSA e DESIDERATA del mondo

ARIANNA BOTTINI

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


1 COMMENTO

Comments are closed.