I 7 CONFINI più STRANI del MONDO

Dei pesci, delle croci bianche, un tavolo: i confini più bizzarri del mondo

Credits armin.randjbar IG - Baarle-Nassau

Scopriamo i confini più bizzarri al mondo.

I 7 CONFINI più STRANI del MONDO

#1 Tra Baarle e Nassau una serie di croci bianche delimita i Paesi Bassi dal Belgio

Credits armin.randjbar IG – Baarle-Nassau

Il confine che attraversa la città olandese di Baarle-Nassau e quella belga di Baarle-Hertog è uno dei più bizzarri al mondo. Sono state utilizzate infatti una serie di croci bianche segnate a terra per disegnare una linea di confine che attraversa negozi, bar, giardini, ristoranti e addirittura le abitazioni private annesse a un territorio o all’altro a seconda della posizione del loro portone d’ingresso.


#2 Dei pesci giganti segnano il confine tra Polonia e Ucraina

Credits paperblog – Pesci giganti Ucraina Polonia

Lungo il confine internazionale tra Horodyszcze in Polonia e Warez in Ucraina, per celebrare gli ottimi rapporti tra le due nazioni, è stata realizzata un’opera di “land art”, un’opera d’arte temporanea fatta crescere nei campi attraverso 23 diversi tipi di colture e sementi. Si tratta di due giganteschi pesci giganti “disegnati” sull’erba su ciascun lato del confine polacco-ucraino, come i famosi cerchi di grano, con i quali si intende sottolineare l’artificialità dei confini tra i paesi e raccontare gli intrecci senza frontiere tra arte e natura regalando una sensazione di fratellanza e grande impatto visivo.

#3 A Penon de Velez de la Gomera c’è il confine più breve del mondo, tra Marocco e Spagna

Credits alvarocadiz95 IG – Confine a Penon de Velez de la Gomera

Peñón de Vélez de la Gomera, la fortezza di proprietà spagnola arroccata su una roccia sulla costa mediterranea del Marocco, detiene il record di confine più corto del mondo: soli 85 metri segnato da un pezzo di corda che attraversa la spiaggia. Questa striscia di terra, è una delle enclave di Spagna all’interno del territorio e delle acque territoriali del Marocco ed è separato dalla costa solo da una lingua di sabbia e sassi ammassati da una tempesta.

#4 Le enclave circoncentriche tra India e Bangladesh

Credits wikipedia.org – Enclave India Bangladesh

Tra il distretto indiano di Cooch Behar e il Bangladesh esiste un sistema intricato di enclave una dentro l’altra in modo concentrico e paradossale. Ci sono porzioni di un Paese circondate da una serie di enclave dell’altro paese e così via: 92 enclave del Bangladesh nel territorio indiano e 106 porzioni dell’India dentro quello Bangladesh per un totale che rappresenta l’80% di tutte quelle del mondo.



#5 Un tavolo segna il confine tra Corea del Nord e Corea del Sud

Credits 2packback – Confine Corea del Nord e Corea del Sud

Tra la Corea del Nord e la Corea del Sud c’è uno dei confini più protetti e insuperabili al mondo per via della fortissima rivalità tra le due Nazioni. Grazie a un curioso espediente e all’eccezione a questa stringente regola i funzionari diplomatici di entrambi i Paesi possono incontrarsi, organizzare riunioni e negoziati senza dover lasciare i rispettivi paesi di appartenenza. Il merito va ascritto a un tavolo che si trova per metà in un territorio e metà in un altro.

#6 Le Isole Diomede sono separate da soli 4 km, ma da 23 ore di fuso orario – Russia/America

Credits geomondo_ – Isole Diomede

Nello stretto di Bering ci sono due isole che segnano il confine tra Stati Uniti e Russia, le Isole Diomede: quella più grande “Big Diomede” appartiene al territorio russo e la più piccola “Little Diomede” appartiene al territorio americano. La stranezza è che nonostante le due Nazioni siano separate da appena 4 km, il confine è determinato dalla linea di data internazionale, che divide i fusi orari del mondo e con una differenza di circa 23 ore. Per questo motivo Big Diomede e Little Diomede vengono soprannominate rispettivamente “Tomorrow Island” e “Yesterday Island”.

#7 Biblioteca e teatro dell’opera Haskell, tra Stati Uniti e Canada

Credits aleksinto IG – Una corda gialla segna il confine tra Usa e Canada alla Haskell Free Library and Opera House

La Haskell Free Library and Opera House è un edificio al cui interno sono presenti una biblioteca e un teatro dell’opera che segna il confine tra Stati Uniti e Canada e serve i cittadini di entrambe i Paesi. I visitatori che entrano nello stabile dallo stato americano del Vermont o quello canadese del Québec possono farlo senza mostrare un passaporto, ma solo a condizione che non usino questo escamotage per valicare il confine e facciano ritorno al loro Paese di origine.

Fonte: Zingarate

Continua la lettura con: Il GIARDINO dei VELENI: potrebbe essere l’ultimo luogo che vedrete nel mondo

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

Leggi anche: La Uefa apre la cassaforte ai club (dando ragione ai ribelli della Superlega)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here