Cosa vorremmo trovare per Milano sotto l’albero di Natale

Caro Babbo Natale, siamo i collaboratori di Milano Città Stato e ti scriviamo per chiederti di portare per Milano un regalo di Natale da ognuno di noi.

La lista dei regali di Natale per Milano della redazione di Milano Città Stato

Io vorrei trovare una bacchetta magica per eliminare tutto l’inquinamento; o almeno qualcosa che lo possa ridurre (Marco)

Maggiore senso civico dei cittadini (Cristiano)

Più grattacieli, più parcheggi per auto (Giacomo)

L’abolizione dell’orario estivo della Metro (Ivan O)

Quoto quello di Ivan… e rilancio con abolizione di qualsiasi orario festivo(Fabio)

Un giorno in più all’anno per riposarsi e godere delle bellezze della città (Michela)

Una spettacolare nevicata, che fermi il traffico e apra i cuori dei milanesi ad un autentico spirito natalizio (Alberto)

Mi piacerebbe vedere Milano nel mondo. Tipo che si dicesse: “cosa facciamo nel we? O giovedi e venerdi prossimo? Prendiamo l’aereo e andiamo a vedere cosa si fa a Milano”.
Per attrarre il mondo Milano dovrebbe essere regina del tempo libero ma anche luogo delle idee e del business. Mi piacerebbe che venissero aperti ancora di più i luoghi già esistenti e che il fermento sotterraneo diventasse ancora di più movimento. Non solo. Sogno che si dica “Andiamo a Milano perché c’è l’aria più buona del mondo” (Carlo)

Un aspiratore di nebbia (e di smog) per portarla via e farci vedere il sole (Arianna)

Sotto l’albero vorrei un’identità per l’ex area Expo (Sydney)

Il pavé tutelato e sistemato. Il Vivaio Riva salvato. La riapertura di canali e rogge tombinati. L’estensione dell’area C alla 90/91 come da referendum 2011. Riduzione costi biglietto e aumento ingesso in area C. Divieto di acceso in città ai tir. Scali ferroviari su cui far arrivare i container dei tir (Ivan S)

Più sostegno alla cultura e un museo coraggioso! (Giorgia)

Vorrei i Navigli navigabili. Vorrei che Milano fosse la città dell’arte, fiore all’occhiello nel mondo per valorizzazione della sua storia, IL luogo della formazione e della creatività, fulcro di artisti e di centro occupazionale di primo rilievo. Vorrei più piste ciclabili (Paola)

Maggiore stabilitá politica in primis, strade in pieno centro senza povertá né prostituzione, maggiore consapevolezza nei milanesi delle bellezze artistiche e culturali che possediamo.
E poi, caro Babbo Natale, portaci il mare!!! (Francesca B)