10 luoghi dove fare il primo appuntamento a Milano

Tutto nasce quasi per caso. Un like su Facebook. Chi è questa? Mmmm, interessante. Like ricambiato. Quindi si passa a un commento generico a un post. Lei risponde con una faccina che ride. Terzo passo: messaggio sulla chat. Dopo qualche scambio di battute riuscite, arriva il dramma: è il momento di incontrarsi.

primo appuntamento10 LUOGHI DOVE FARE IL PRIMO APPUNTAMENTO A MILANO

#1. Cinema?

Un evergreen. Vale anche per persone che possono rivelarsi odiose. Scelta ottima se non si ha molto da dire. Per chi non si vuole compromettere suggeriamo di proporre almeno due opzioni, film d’autore o film spazzatura. Tanto per disorientare un pochino.

#2. Teatro?

Già più impegnativo. Stai scoprendo le tue carte comunicando di essere una persona molto noiosa oppure sei un finto intellettuale. Ancora peggio, potresti scoprire la stessa cosa di lei. Probabilmente sarà sia la prima sia l’ultima volta che la vedi.

#3. Aperitivo?

Per chi non ha fantasia e vuole avere una pronta via di fuga. Ma soprattutto per chi non può permettersi di offrire la cena o pensa che ancora non ne valga la pena.

#4. Corsetta?

Se vuoi subito chiarire che nella relazione ti faresti vedere molto poco e ti farai i cazzi tuoi. Se la corsetta la metti la mattina presto fai anche capire che se sta con te l’aspetta una vita di sacrifici. La cosa positiva è che se l’appuntamento va male, in un attimo puoi trasformare la corsetta in una fuga.

#5. Cena fuori?

Il rischio è capire fin dall’antipasto che non la rivedrai più nella vita, ma devi comunque arrivare al sorbetto, anzi fino al conto finale. Rimedierai col bicarbonato.

#6. Facciamo due passi?

Questo è il più disimpegnato di tutti. È come dire, per decidere se mi piaci voglio prima vedere come ti guarda la gente. In pratica chiedi l’aiuto del pubblico.

#7. Uno di questi giorni ci prendiamo un caffè?

Il top per chi non vuole scoprire le sue intenzioni. Può voler dire tutto e niente. Non azzardi neppure l’ipotesi di un giorno. Se vuoi mischiare ancora di più le carte proponi “un caffè o una centrifuga”, così non ti comprometti neppure se vuoi fare il salutista. Se poi l’appuntamento va male puoi sempre rimediare vendendole una polizza assicurativa.

#8. Vediamo se fare qualcosa assieme?

Un primo appuntamento di lavoro perché si vuole essere sempre sul pezzo. La proposta deve essere coerente con quello che si fa, ad esempio ottimo per ho una startup, faccio investitore, lavoro presso me stesso e così via. Se si vuole proporre questo, basta verificare su Facebook il campo di attività dell’altro e poi fissare un appuntamento per capire se si possono fare cose assieme. Quel qualcosa assieme, poi, chiunque può interpretarla come gli piace più.

#9. A casa di amici?

Altro evergreen. Stasera vedo dei miei amici a casa di Tizio. Vale tutto, dal compleanno all’incontro di scappati di casa. Situazione perfetta: gli spazi di fuga sono infiniti, puoi anche appioppare il malcapitato o la malcapitata a qualcun altro di affidabile. Se hai problemi di autostima puoi fare leva sull’effetto gruppo.

#10. A casa mia?

Per chi vuole andare dritto al sodo. Si mette subito in chiaro quello che si vuole, senza ipocrisie o indecisioni sulla scelta di dove andare. È per chi ha capito che i preliminari si fanno su Facebook. Per chi è ancora più netto, suggeriamo di aggiungere “rispondimi a stretto giro”. Come dire ho già pronto il sostituto.