VIA I CANTIERI: ecco come saranno le ZONE della M4 senza i lavori

I lavori della linea M4 continuano verso la loro conclusione e alcune zone vengono riaperte alla viabilità

credits: Metro4Milano Facebook

Milano torna a respirare e mostra uno spiraglio di luce in fondo al tunnel: i cantieri della M4 sono a buon punto, alcuni stanno già per essere smantellati e così la metro blu inizia a prendere forma.

VIA I CANTIERI: ecco come saranno le ZONE della M4 senza i lavori

# Milano si fa più verde

credits: Metro4Milano Facebook

La riduzione e lo smantellamento di alcuni cantieri che interessavano le zone della M4 fa emergere nuovamente aree verdi rimaste a lungo sovrastate e coperte dai lavori in corso. I lavori per le tre fermate della metropolitana -Linate aeroporto, Repetti e Forlanini Fs- sembrano essere a buon punto e le prime vie sono state liberate. Tuttavia, per vedere il risultato finale si dovrà aspettare ancora fino al 2023.


# Il restyling delle piazze

credits: Metro4Milano Facebook

Piccoli ritocchi qua e là che, però, infondono nuova speranza ai milanesi di vedere finalmente la nuova metro completata in tempi relativamente brevi. In piazza Frattini, iniziano a spuntare le prime piante, seppur ancora in vaso, mentre all’uscita della fermata di Forlanini, verso via Mezzofanti, ci accoglie un vialetto con lampioni, piazzole verdi, panchine e rastrelliere per le biciclette. Anche piazza Artigianato ha subito un restyling con numerosi alberi, nuove panchine, rastrelliere e giochi in pietra per i bambini.

Sono comparsi anche i primi ingressi delle fermate e le scale mobili tra viale Argonne e piazzale Susa. Tornato anche il parchetto di Via Argonne insieme ai primi bambini, mentre via Foppa e piazza Bolivar sono riaperte al traffico, così come piazza Frattini.

# Il problema di Via Foppa



 

I cantieri diminuiscono, ma compaiono i primi disagi. É il caso di Via Foppa che si trova a dover fare i conti con un enorme “torrino” posizionato proprio davanti a un palazzo. Questi “torrini”, alti almeno due metri, non sono altro che prese d’aria che, per legge, devono essere poste in prossimità della metro. In genere, vengono realizzate lontano dai caseggiati e camuffate in qualche modo. I condomini del numero civico 25 si sono trovati una di queste torri fino al secondo piano e stanno già procedendo per vie legali.

Salvo ulteriori intoppi, la metro blu e le fermate fino a San Babila saranno finalmente pronte per l’inizio del 2023, mentre per la linea completa di tutte le fermate fino a San Cristoforo sarà necessario attendere la fine del 2023 o l’inizio del 2024.

Fonte: La Repubblica

Continua a leggere con: METRO 4: le sette questioni controverse sulla prossima linea della metropolitana di Milano

SELENE MANGIAROTTI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

 

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.