🔴 Le IMMAGINI dell’IMPRESSIONANTE TUNNEL che porterà Milano al mare

Milano si avvicina sempre di più al mare. A che punto siamo e le immagini di questa incredibile opera di ingegneria che ci porterà al mare in 50 minuti

Credits MilanoToday - Tunnel Terzo Valico

Milano si avvicina sempre di più al mare. Proseguono senza sosta i lavori per la realizzazione della gigantesca opera ingegneristica che consentirà di ridurre del 33% il viaggio in treno tra il capoluogo lombardo e Genova. A che punto siamo e le immagini del tunnel.

Le IMMAGINI dell’IMPRESSIONANTE TUNNEL che porterà Milano al mare

# Il Terzo Valico ha raggiunto il 77% di avanzamento lavori

Credits terzovalico – Tracciato Terzo Valico

Proseguono i lavori per la realizzazione del progetto del Terzo Valico dei Giovi-Nodo di Genova, nei giorni scorsi hanno raggiunto il 77% di avanzamento. Nella costruzione dell’opera, guidata dal General Contractor guidato da Webuild per conto di Rete Ferroviaria Italiana, è impegnata una filiera di oltre 2.300 imprese con circa 5mila persone che lavorano 24 ore al giorno 7 giorni su 7.


# 37 chilometri in galleria

Il Terzo Valico si estenderà per 53km, di cui 37 in galleria, e porterà una riduzione del 55% delle emissioni di Co2 e del 29% dei consumi energetici rispetto al trasporto su gomma e soprattutto conferirà all’Italia maggiore centralità nei collegamenti trans-europei. Inoltre, consentirà l’integrazione della rete di Genova e del suo porto, da cui ogni giorno oltre 100 treni potranno arrivare fino a Rotterdam, rendendolo sempre più funzionale come hub internazionale, grazie alle interconnessioni verso Torino, Milano e l’Europa.

# Tempi ridotti del 33%, da Milano a Genova basteranno 50 minuti di treno

Il premier Draghi mercoledì 9 febbraio ha visitato uno 30 fronti di scavo, definendo l’opera ingegneristica: “impressionante. Il tracciato è infatti estremamente complesso e si sviluppa per il 70% in galleria, attraversando uno dei contesti geologici più complessi al mondo. Per la sua realizzazione, come sottolineato da WeBuild, sono state utilizzate “diverse tecniche di scavo, in base alle differenti tipologie di terreno lungo il percorso, seguendo stringenti criteri di sostenibilità, dai cantieri integrati con l’ambiente, ai sistemi di riutilizzo dei materiali di scavo, alla salvaguardia delle sorgenti d’acqua.” La nuova linea ad alta capacità veloce, che farà parte della rete Ten-T Reno-Alpi di collegamento con l’Europa, ridurrà i tempi di percorrenza del 33% tra Genova e Milano. Dal capoluogo lombardo basteranno 50 minuti di treno per arrivare al mare.  

Fonte: MilanoToday



Continua la lettura con: MILANO-GENOVA in 50 MINUTI: da sogno a realtà nel 2023

FABIO MARCOMIN

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteA Napoli i PRIMI TAXI guidati da ROBOT e AUTOBUS SENZA AUTISTA
Articolo successivoIl pugno d’acciaio dei governi
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.