Le due “TANGENZIALINE” di Milano

Introdotte nuove misure antitraffico per agevolare gli spostamenti dei pendolari

credit: mitomorrow.it

Una novità che migliorerà la mobilità urbana, agevolando in maniera particolare gli spostamenti casa-lavoro. Scopriamo con “Il Giorno” di che cosa si tratta.

Le due “TANGENZIALINE” di Milano

# Le tangenziali che AZZERANO il traffico

credits: motociclismo.it

Grazie alla realizzazione di queste due nuove “tangenzialine”, l’Autostrada azzera-file (33 chilometri interconnessi con A4 Torino-Trieste, A35-BreBeMi e A1 Milano-Napoli) potrà agevolare gli spostamenti casa-lavoro della maggior parte dei milanesi pendolari e fruitori dell’interscambio auto-metro.


# DIMEZZATI i tempi di percorrenza

credits: Lecco Today

Queste due piccole tangenziali accorciano il tratto Casello Gessate di A58-Teem e la stazione della MM2 con effetto decongestionante sul traffico. “I 4,5 chilometri in corso di realizzazione creeranno, infatti, una direttissima tra il casello di A58-Teem e la Fermata della Metropolitana, capace, oltre che di snellire la circolazione, di dimezzare tempi”. Così, dall’attuale quarto d’ora, il tempo di percorrenza diminuirà a ben 7 minuti, in condizioni ottimali di traffico.

# Funzionali quanto la Bretella

credits: tangenziale.esterna.it

Le Tangenzialine saranno funzionali almeno quanto la Bretella che, come fa notare Milano Today “in sei primi e poco meno di 5.000 metri, raccorda il Casello di A58-Teem con la stazione MM2 di Cascina Antonietta.” Di conseguenza, non appena verrà aperta, intorno al 2022, anche la l’Alternativa alla SP 216 Masate-Gessate-Pessano. L’«Agrate-Melegnano» si dimostrerà maggiormente adatta ai pendolari poiché la fermata della metro Gessate offre un parcheggio decisamente più ampio

# L’obiettivo è SNELLIRE il traffico

paradosso del trafficoPer la costruzione delle nuove arterie di Gessate, gli investimenti sono stati finanziati da Regione Lombardia (dieci milioni) e Città Metropolitana di Milano (due milioni) tenendo a mente le richieste del Comune di Gessate “in merito all’esigenza di una Gronda tesa a veicolare fuori dal centro automobilisti, autotrasportatori e centauri non residenti.”



L’Ufficio Tecnico di Palazzo Isimbardi precisa: “Stiamo realizzando una corsia per senso di marcia in direzione est-ovest che sostituisca il percorso odierno della SP 216. Poco dopo, delineeremo un tracciato in direzione nord-sud alternativo alla SP 176. L’obiettivo primario del duplice intervento è quello dichiarato in partenza: allontanare mezzi pesanti e leggeri dal centro come auspicano diversi abitanti”

Continua a leggere con: AUTOSTRADE, TAV, CIRCLE LINE: le infrastrutture che mancano per una grande Milano

SELENE MANGIAROTTI

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.