La “FERROVIA DEI DUE MARI” si farà? Così il centro Italia potrebbe cambiare volto

L'obiettivo è collegare il Mar Adriatico al Mar Tirreno


L’obiettivo: collegare i due versanti opposti del centro Italia, la regione Marche a Roma, con fermate in molti punti di collegamento con il resto dell’Italia e dell’esterno. Ma il progetto della Ferrovia dei Due Mari sta già avendo qualche problema.

La “FERROVIA DEI DUE MARI” si farà? Così il centro Italia potrebbe cambiare volto

# Il progetto: 80 chilometri per tagliare l’Italia

Credits: marchenews24.it
Ferrovia dei Due Mari

L’idea di poter collegare la Regione Marche al Lazio è nata già da qualche anno e portata avanti, ad esempio, dal Comitato “Un Treno per Roma” e la sezione “Italia Nostra” di Ascoli Piceno. Si potrebbe dire nessuna particolare difficoltà, si tratta infatti di realizzare una “semplice rete ferroviaria” di 70-80 km che in primis potrebbe collegare Ascoli Piceno ad Antrodoco, passando anche per alcuni comuni colpiti dal terremoto del 2016. Un progetto facile ma che avrebbe un ritorno molto importante.


La realizzazione della “Ferrovia dei Due Mari “ avrebbe un ruolo importante per l’economia e le infrastrutture della zona, ma soprattutto nello sviluppo del turismo nel centro Italia. Se il punto di partenza non sembra così ambizioso, l’obiettivo finale è quello di collegare, oltre i due mari, anche quelle zone e paesi che altrimenti vedrebbero il loro declino: Arquata, Amatrice, Norcia e le principali città d’arte del centro; per poi arrivare al capolinea: Roma.

# Il solito, classico problema

Credits: it.m.wikivoyage.org
Stazione di Rieti

Altro cardine del progetto è il collegare Rieti a Roma, unica città così vicina alla Capitale ma che non ha un collegamento diretto. Infatti, a completare l’opera della Ferrovia dei Due Mari, altro tratto importante, in aggiunta a quello di Ascoli Piceno-Antrodoco, c’è Passo Corese-Rieti.

Tuttavia si riscontra un problema abbastanza grande da far venire il dubbio che della “Ferrovia dei Due Mari” rimanga solo l’idea e il progetto. Lo studio di fattibilità per la linea ferroviaria Ascoli Piceno-Antrodoco vede possibile la sua entrata nell’ambito dei lavori sull’aggiornamento del Contratto di Programma 2017-2021 tra il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti e rete ferroviaria italiana; ma, per quanto riguarda Rieti, nonostante l’intervento risulti inserito nel contratto di programma 2017-2021 nel Piano Commerciale di RFI, i fondi per la realizzazione dell’opera non sono stati assegnati.



Ma, lamenta  ilmessaggero.it , senza fondi, come si fa ad andare avanti?

Continua la lettura con: 🛑 In partenza da MILANO i nuovi TRENI DEL MARE: ecco quali sono

BEATRICE BARAZZETTI

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here