I TRENI che viaggiano con la FORZA dal VENTO: arriveranno anche in Italia?

Un'intera rete ferroviaria che viaggia con la sola forza del vento: sembra impossibile eppure è realtà. Quali sono i vantaggi?

Credit: Sprechi.it

Un’intera rete ferroviaria che viaggia con la sola forza del vento: sembra impossibile eppure è realtà. Quali sono i vantaggi?

I TRENI che viaggiano con la FORZA dal VENTO: arriveranno anche in Italia?

I Groenetrein, letteralmente “treni verdi”, stanno rivoluzionando la mobilità ferroviaria. Sì, perché questi innovativi treni viaggiano spinti dalla sola forza del vento, senza emettere sostanze nocive. Il paese ad aver avuto la geniale idea è stato l’Olanda, che ha sfruttato il proprio record (è il primo paese al mondo per produzione di energia eolica!) per spostare ogni giorno 1,2 milioni di passeggeri. Quali sono i vantaggi dei treni spinti dal vento?


# Treni spinti dal vento: più sostenibili, economici e più costanti nella velocità

Credit: Sprechi.it

L’Olanda è l’unico Paese in tutto il mondo in cui un’intera linea ferroviaria viene alimentata con la sola forza del vento. Già da qualche anno infatti i passeggeri olandesi viaggiano ogni giorno lungo i 2.800 chilometri di linea, spinti dalle pale eoliche e con un biglietto dal prezzo addirittura inferiore. Per i viaggiatori dunque non solo c’è la consapevolezza di essere 100% ecosostenibili, ma ci sono dei veri e propri vantaggi economici e di tempo, visto che l’energia eolica permette di mantenere la velocità costante senza alcun rallentamento.

# Con una pala eolica si fa viaggiare un treno per 200 chilometri

Credit: playmobility.it

La realizzazione del progetto è il risultato di un accordo tra il gestore della rete ferroviaria e la compagnia elettrica Eneco, che si è aggiudicata l’appalto per l’approvvigionamento dell’energia elettrica prodotta dall’eolico. Secondo le stime dell’ente, una pala eolica è in grado di garantire a un treno ben 200 chilometri di autonomia, dopo solo un’ora di funzionamento. Eppure l’Olanda non era soddisfatta del grandissimo risultato raggiunto e ha continuato negli anni a investire sui parchi eolici, riducendo ancor di più i tempi di approvvigionamento di energia.

# Una rete senza emissioni grande quanto quelle di Lombardia e Veneto

Credit: farodiroma.it

Prima dell’introduzione dei Groenetrein, il 20% delle emissioni di C02 in Olanda dipendevano proprio dalla mobilità ferroviaria. Gli investimenti sull’eolico hanno azzerato completamente questo 20% e hanno permesso all’intero sistema energetico nazionale di generare quantità di energia sempre maggiori. Per rappresentare le dimensioni della rete ferroviaria olandese spinta dal vento, basta dire che equivale all’intero percorso ferroviario di due grandi regioni italiane, come la Lombardia e il Veneto.



I vantaggi ci sono per tutti: una diminuzione dei prezzi dei biglietti per i viaggiatori, una minor produzione di inquinanti per l’ambiente e un gran investimento per lo Stato. Speriamo che un sistema analogo venga adattato e adottato anche in Italia, o per lo meno in Lombardia.

Fonti: Non Sprecare , PLT pure green

Leggi anche: Dopo Flixbus è nato FLIXTRAIN: i TRENI LOW COST arriveranno anche in Italia?

ROSITA GIULIANO

Leggi anche: Isole Covid free 2021 in Italia: cosa sono e quali sono

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.