Il salto nel FUTURO dell’aeroporto di LUGANO

Un nuovo elettrico orizzonte

Credits: www.flyingmag.com

Decolla dall’aeroporto di Lugano-Agno il primo aereo elettrico che verrà utilizzato dalla scuola di volo.

Però, quello dell’aeroporto di Lugano è uno strano destino: in procinto di passare dalla gestione del Municipio a quella di privati, fa un balzo nel futuro. E questo, grazie alla scuola di volo Avilu che ha voluto dotarsi di un velivolo innovativo, elettrico, silenzioso e senza emissioni.


Il salto nel FUTURO dell’aeroporto LUGANO

# Il futuro dell’aviazione

Credits: www.flyingmag.com

Per molti operatori del settore questo potrebbe essere l’inizio del futuro dell’aviazione. Infatti, gli aerei saranno silenziosi e, per questo, potranno volare anche bassi sui centri abitati senza disturbare. E, soprattutto, senza inquinare con emissioni di gas.

Si tratta di piccoli aerei biposto, con un’autonomia di poco meno di un’ora di volo e con un’altra mezz’ora di riserva. Insomma, fantastici per l’uso privato, anche se si spera di vedere presto in volo aerei più capienti.

A questo proposito, la Pipistrel, l’azienda slovena produttrice, ha comunicato di avere già in cantiere un 19 posti, che potrebbe essere idoneo anche per una tratta di linea.



# Una nuova vita per una rete di piccoli aeroporti

Credits: www.flyingmag.com

Velivoli affidabili ed economicamente positivi che richiedono una minima manutenzione e dotati di una più lunga durata di volo

Per una ricarica totale necessitano di 1 ora e venti minuti. Sicuramente un periodo abbastanza breve, ma che consentirebbe di percorrere tragitti a tappe, come potrebbe essere il tour di tutta la Svizzera. Con quest’ottica, potrebbero anche dare nuova vita ai tanti piccoli aeroporti sul territorio che, ad ora, sono esclusi dalla aviazione di linea. Ma è anche vero che dovranno essere dotati di postazioni di ricarica elettrica di nuova generazione.

Tanti sviluppi che avremo, senz’altro, il piacere di seguire.

Continua la lettura con: L’erede del Concorde: il JET SUPERSONICO potrà volare da Milano a Londra in 30 MINUTI

GIUSEPPE MARZAGALLI

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteLe 7 ATTRAZIONI da ammirare al PARCO di MONZA
Articolo successivoIl BORGO DELL’APOCALISSE: vive senza tecnologia
Giuseppe Marzagalli
Sono nato a Genova, vista mare, cresciuto a Firenze circondato dal bello, dalla cultura e dalla storia, Laureato in chimica ed una vita a Milano, da una ventina d’anni vivo in Svizzera in Canton Ticino, vista montagne. Ho diretto svariate aziende del settore Biotecnologie in italia e USA. Mi sono occupato di Qualità dei prodotti alimentari, di promozione del Made in Italy e di Mobilità elettrica. Sono convinto che Gastronomia e Turismo viaggiano insieme. Appassionato della vita.