La nuova STAZIONE di LINATE: M4 vicina al DECOLLO (fotogallery)

Area "kiss & ride" e piano banchina: vediamo l'aspetto finale della fermata Linate, capolinea della M4, e quali sono i nodi ancora irrisolti dalla linea

Vista esterno stazione

Ce la farà a inaugurare entro fine gennaio 2021 come programmato? Non si sa ancora. Quello che sappiamo è che nella stazione al capolinea est della linea M4 si stanno effettuando i lavori di rifinitura per la consegna a inizio 2021, anche se la rilevanza attuale della mini tratta Linate- Forlanini è compromessa dal numero limitato di voli attivi al momento nel city airport. Vediamo l’aspetto finale della fermata Linate, capolinea della M4, e quali sono i nodi ancora irrisolti dalla linea.

La nuova STAZIONE di LINATE: M4 vicina al DECOLLO (fotogallery)

# Un viaggio virtuale mostra come sarà la nuova stazione


Il Comune di Milano in collaborazione con Metro4 Spa, in vista dell’apertura della nuova metropolitana, da mercoledì 2 dicembre ha iniziato la pubblicazione sulla propria pagina facebook del “Viaggio nelle stazioni di M4”: la prima puntata è dedicata proprio a Linate, che collegherà l’aeroporto alla centro città in soli 12 minuti.


Si tratta di una serie di brevi documentari che settimanalmente verranno diffusi per consentire di entrare “virtualmente” nei cantieri delle stazioni della linea blu per scoprire come procedono i lavori dalla voce di chi sta costruendo la nuova metropolitana. Come prima cosa sta venendo svelata come sarà la fermata del capolinea di Linate. 

# La galleria fotografica della stazione Linate M4: dall’area “kiss & ride” al piano banchina

La stazione sarà dotata di copertura mista acciaio-vetro che sfrutta la luce esterna per illuminare il mezzanino, di area “kiss&ride” per la sosta veloce e di una fermata per i mezzi pubblici. La sua collocazione permetterà di raccogliere i flussi di passeggeri che arrivano in aeroporto, agevolando l’interscambio con le auto provenienti dai comuni a Est di Milano e con il trasporto pubblico in superficie.

# I nodi irrisolti della linea M4: scarso design delle stazioni e mancati interscambi

Ipotesi alternative di uscite M4
Ipotesi alternative di uscite M4

Riguardo il design delle stazioni purtroppo si sta verificando quanto temevano tempo fa, ovvero che la qualità delle uscite sarebbero state peggiori rispetto ai rendering iniziali. Non sono orrende come quelle della prima tratta della linea M5, ma non sono nemmeno un capolavoro di estetica.



Sopra a destra un’ipotesi iniziale per la stazione San Babila e a sinistra una delle alternative al ribasso, mentre sotto il reportage di Urbanfile sulla stazione Repetti, nuovo nome al posto di “Quartiere Forlanini”. La realizzazione di questa uscita della metropolitana conferma la scelta di non investire nella bellezza delle infrastrutture. Si spera che quelle in centro città possano avere un’architettura più originale e rispettosa della fama di Milano come capitale mondiale del design.

Leggi anche: M4: Milano merita USCITE DELLA METRO all’altezza di una capitale del design

In riferimento agli interscambi, rispetto a quelli delle linee attuali, i passeggeri della linea M4 non potranno passare direttamente all’altre linee della metropolitana: dovranno invece uscire e rientrare dai tornelli. Nel progetto attuale lo scambio con la linea 2 a Sant’Ambrogio obbligherà i passeggeri a uscire sulla strada.

fonte: urban file

Meglio dovrebbe andare lo scambio con la linea M1 a San Babila, anche se comporta anch’essa l’uscita e la rientrata dai tornelli. Il problema più rilevante però è l’assenza di un interscambio con la linea 3, perché anche se le due linee si incrociano sottoterra, non è stata prevista una fermata di scambio. Il percorso pedonale sarà parzialmente nel sottosuolo, partendo dalla stazione di Missori M3, e sbucherà a metà strada dalla stazione Sforza Policlinico M4 alla fine di via Pantano, che verrà parzialmente pedonalizzata, come si vede nell’immagine qui sotto. 

Credits: Urbanfile – Uscita per collegamento M3-M4

A detta dei tecnici questa è la soluzione migliore che si è riusciti a progettare e nemmeno investimenti maggiori avrebbero consentito miglioramenti. Rimane il dubbio che se si fosse studiata una connessione già in fase di studio della linea, magari valutando l’interscambio con la fermata Crocetta M3, forse oggi non avremmo avuto questo soluzione poco funzionale.

Leggi anche: Scoppia lo SCANDALO M4: 100 milioni di euro extra ma zero interscambi tra M3 e M4

Continua la lettura con: METRO 4: le cinque questioni controverse sulla prossima linea della metropolitana di Milano

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore