Il PASSANTE MILANESE, sognando Londra

Quello che manca al passante milanese per diventare un vero servizio metropolitano

Ph. @vandalos13 IG

Ha inaugurato solo qualche mese fa la tratta centrale dell’Elizabeth Line, il mega passante di Londra, che quando sarà completamente operativa rivoluzionerà il trasporto di tutta l’area metropolitana della capitale britannica. Il passante milanese, pur nella sua utilità, rimane ancora un’opera incompiuta. Ecco come potrebbe diventare un vero servizio metropolitano.

Il PASSANTE MILANESE, sognando Londra

# L’Elizabeth Line taglia il centro di Londra e collegherà le periferie dell’area metropolitanaCrossrail (Elizabeth Line)

 


L’Elizabeth line, chiamata così in onore della della Regina Elisabetta scomparsa qualche giorno fa ma presente alla sua inaugurazione, è una linea ferroviaria rapida della lunghezza di 136 chilometri che collega Londra e le contee di Berkshire, Buckinghamshire e dell’Essex. Il primo tratto di linea, di circa 20 km, è stato aperto nel mese di maggio 2022. Ogni estremità della tratta centrale si dividerà in due rami: ad est per Abbey Wood e per Shenfield nell’Essex, mentre a ovest per l’aeroporto di Heathrow e per Reading nel Berkshire.

# Trasporterà oltre 200 milioni di passeggeri

britonincanada IG – Interni treni Elizabeth Line

La funzione è quella di passante con il tracciato che transita per il centro della capitale inglese, intercettando tutte le principali linee di trasporto cittadino e con un passaggio di 24 convogli ogni ora, e raggiungerà le aree esterne all’area metropolitana in tempi molto rapidi. Si stima che circa 200 milioni di passeggeri viaggeranno su treni lunghi 205 metri quando l’intera linea sarà operativa entro maggio 2023.

Leggi anche: Ha aperto ELIZABETH LINE, la linea dei RECORD di Londra



# Quello che manca al passante milanese per diventare un vero servizio metropolitano

Tracciato passante di Milano
Tracciato passante di Milano

Il passante milanese inaugurato nel 2008, taglia la città da sud-est (Rogoredo FS-M3) a nord-ovest (Milano-Certosa), è lungo 13 km. Nella tratta centrale Porta Vittoria-Lancetti ha una frequenza di 5 minuti grazie al passaggio di 6 linee differenti.
Rimane quindi, di fatto, all’interno dei confini comunali ed insiste in un solo macro-quadrante della città, essendo stato stralciato al momento l’ipotesi di un secondo passante che copra i quadranti nord-est, sud e ovest.

Andrea Urbano – Passante ferroviario

Per trasformare il passante milanese in un’opera capace di rivoluzionare la mobilità di Milano e dell’area metropolitana il tracciato dovrebbe spingersi almeno nelle prime due fasce di comuni dell’hinterland e la frequenza dovrebbe essere simile a quella delle linee metropolitane nelle ore di punta. A questo si aggiunge la necessità di progettare altri due passanti trasversali e, dove possibile, raddoppiare i binari esistenti in prossimità della città per dedicarne una coppia, uno in entrata e uno in uscita, ai treni suburbani che viaggiano nel passante.

Continua la lettura con: I CONCEPT di TRENI della METRO più FUTURISTICI del mondo

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here