Il centro di Milano diventerà una MAXI AREA PEDONALE: le 5 grandi TRASFORMAZIONI previste

Vediamo i dettagli del progetto, con masterplan e rendering, le modifiche alla viabilità e la data di fine lavori

Largo Augusto

Nel contesto dell’apertura a giugno 2023 della nuova fermata metropolitana della linea M4 San Babila che si interseca con la linea M1, verrà ampliata l’area pedonale dal Castello Sforzesco fino a San Babila. Sarà così estesa in corso Europa, via Durini, fino a largo Augusto. Vediamo i dettagli del progetto, con masterplan e rendering, le modifiche alla viabilità e la data di fine lavori.

Il centro di Milano diventerà una MAXI AREA PEDONALE: le 5 grandi TRASFORMAZIONI previste

# I numeri del progetto: 70 nuovi alberi e 14.000 mq di nuove aree pedonali

Credits: Comune di Milano

L’obiettivo del “Piano Quartieri” realizzato dal Comune di Milano nel 2020 è quello di ampliare l’area pedonale, nel contesto dell’apertura nel 2023 della nuova fermata metropolitana della linea M4 San Babila che si interseca con la linea M1, che dal Castello Sforzesco arriva appunto fino a Piazza San Babila. Verrà prolungata in corso Europa, via Durini e fino a largo Augusto. Altri punti chiave del progetto sono le aree per le bici, la piantumazione di alberi e la realizzazione di spazi per valorizzare le realtà commerciali e culturali del centro.

Credits: Comune di Milano  – I percorsi ciclabili previsti da progetto

A lavori conclusi infatti ci saranno 70 nuovi alberi, 14.000 mq di area pedonale aggiuntiva, una nuova pista ciclabile su Corso Europa e la nuova piazza in Largo Augusto. In questo modo anche quest’area centrale della città sarà raggiungibile esclusivamente con trasporto pubblico e taxi, oppure a piedi o in bicicletta.

# Le cinque trasformazioni del centro città nel dettaglio

Saranno 5 le zone o vie che subiranno le maggiori trasformazioni all’interno del masterplan complessivo:

  • Piazza San Babila diventerà completamente pedonale e avrà due fermate di metropolitana, ovvero quella delle nuova linea M4 e della M1;
  • Corso Europa diventerà un viale alberato tutto ciclabile e pedonale pensato a senso unico di marcia nel tratto tra via Borgogna e il parcheggio di largo Corsia dei servi e tra via Cavallotti e largo Bersaglieri;
  • largo Toscanini verrà trasformato in zona pedonale con panchine e alberi;
  • via Verziere avrà un doppio filare alberato e sarà riservato ai pedoni;
  • largo Augusto sarà pedonale e avrà una nuova pavimentazione in cubetti di granito, piante, sedute e verrà valorizzata con la collocazione della colonna del verziere nel punto dove sorse originariamente. 

# La nuova viabilità per auto e taxi con l’introduzione di una nuova Ztl

Credits: Comune di Milano – Viabilità e taxi

Corso Europa mediante la creazione di una ZTL sarà reso accessibile solo al trasporto pubblico, ai taxi e ai mezzi del carico/scarico negli orari consentiti. Di conseguenza, in via Borgogna si ipotizza la manovra torna indietro riservata ai soli taxi e ai veicoli privati.

Con la pedonalizzazione di Largo Augusto agli automobilisti potranno transitare lungo l’itinerario via Battisti, via Cavallotti, Corso Europa e via Larga.

# I nuovi percorsi delle linee di trasporto pubblico

Viabilità mezzi pubblici

La trasformazione del centro in una maxi area pedonale modificherà anche i percorsi di alcune linee di trasporto pubblico. In particolare la 60, la 61, la 84 e la 85 seguiranno l’anello obbligato di Corso Europa, via Borgogna, via Larga e via Visconti di Modrone per poi procedere rispettivamente: la 60 su Corso di Porta Vittoria, la 61 via San Damiano, la 84 in direzione centro verso Corso Venezia e Corvetto passando su Corso di Porta Vittoria per la direzione periferia, infine la 85 verso Missori con capolinea in piazza Diaz da un lato e verso corso Monforte dall’altro.

# I lavori si concluderanno tra la seconda metà del 2023 e l’inizio del 2024

Credits Comune di Milano – Piazza San Babila

Rispetto alle previsioni iniziali la conclusione dei lavori di riqualificazione di piazza San Babila e di tutte le aree circostanti verranno posticipati. A causa dello slittamento dell’apertura della tratta della M4 fino al centro città il nuovo assetto urbanistico sarà ultimato tra la seconda metà del 2023 e la prima parte del 2024.

Continua la lettura con: Con queste OPERE d’ARTE la M4 sarebbe uno SPETTACOLO: la proposta di UrbanFile

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


1 COMMENTO

  1. Ho letto dei nuovi progetti viabilistici a milano…non sono per niente d’accordo se non su pochissime cose. La pedonalizzazione di largo Augusto creerà una serie infinita di problematiche e intasamenti…alla faccia del traffico, dell’inquinamento e di tutto resto! Men che meno ovviamente della pedonalizzazione da p.zle Loreto a p.ta Venezia …una follia che porterà all’inizio anche un rialzo dei prezzi degli immobili, ma subito dopo una caduta verticale lasciando in grave difficoltà tutto quelli che vivono abitano o hanno negozi in loco. Se si vuole distruggere milano…ecco, questa è la strada…!

Comments are closed.