LAVORARE a Milano VIVENDO altrove: ecco in QUALI CITTÀ conviene di più

Calcolando affitti e spese di spostamento queste quattro città sono più convenienti per chi lavora a Milano

Milano vista da Bergamo. Credits: Moris Lorenzi

La pandemia e il conseguente smartworking non hanno inciso sul costo degli immobili a Milano, che continuano a essere spesso proibitivi. Secondo uno studio effettuato dalla startup Maiora Solutions per chi lavora in città è più vantaggioso vivere in un grande centro collegato velocemente con la metropoli lombarda. Vediamo quali sono.

LAVORARE a Milano VIVENDO altrove: ecco in QUALI CITTÀ conviene di più

# Calcolando affitti e spese di spostamento queste quattro città sono più convenienti per chi lavora a Milano

Credits: Andrea Cherchi – Stazione Centrale

Uno studio effettuato dalla startup Maiora Solutions ha evidenziato come per chi lavora a Milano risulta più conveniente vivere in un grande centro collegato velocemente con la metropoli lombarda. Nonostante il costo elevato dell’abbonamento all’alta velocità abitare a oltre 50 Km di distanza conviene infatti dal punto di vista economico.


A Milano il prezzo medio al metro quadro è pari a 4.740 euro, quindi per un appartamento di 80 metri quadri si arriva a una spesa 380.000 euro, con una rata mensile di 1.000 euro in caso di mutuo. Nelle grandi città considerate dall’analisi, Torino, Bergamo, Brescia e Genova, con un prezzo al metro quadro inferiore ai 2.000 per un immobile di identica metratura si spendono invece tra i 130 e i 145.000 euro, con una rata di mutuo da 350/390 euro al mese, oltre il 60% in meno rispetto a Milano.

Vediamo il risparmio combinato rata del mutuo e costo dell’abbonamento ferroviario.

# Torino: 30% di risparmio

Credits: @igers.torino
Porta Palazzo Torino

Chi lavora a Milano e sceglie di vivere a Torino risparmia circa il 30% al mese. Il costo mensile totale ammonta a 745 euro: 375 euro di abbonamento AV Milano-Torino e 370 euro di rata del mutuo.



# Bergamo: 40% di risparmio

Credits: milanoguida.it – Bergamo

Per i lavoratori che scelgono Bergamo per vivere il risparmio sale al 40%. Su un costo mensile di 615 euro, 155 sono imputabili all’abbonamento ferroviario Bergamo-Milano e il rimanente alla rata del mutuo.

# Genova: 40% di risparmio

credits: @ila_mou_

Leggermente maggiore il risparmio per chi compra casa a Genova. La spesa complessiva di 610 euro e distribuita tra i 260 euro di abbonamento della tratta Genova-Milano e i 350 euro delle rata del mutuo.

# Brescia: 50% di risparmio

Brescia

Il risparmio maggiore si ha vivendo a Bergamo, con un risparmio che sale fino al 50%. Sono infatti 550 euro i costi totali, 160 euro per l’abbonamento Milano-Bergamo e 390 euro di rata del mutuo.

# La soluzione hinterland

Mappa hinterland

L’hinterland milanese rimane sempre una valida alternativa, un’ampia area dove il costo delle abitazioni è sensibilmente più basso rispetto ai grandi centri e da dove bastano tra i 30 e i 60 minuti per raggiungere Milano in treno, rispetto ad esempio ai 90 minuti necessari per raggiungere la metropoli lombarda da Genova.

Continua a leggere con: L’IDENTIKIT di chi SCEGLIE MILANO: le 7 caratteristiche di chi ci viene a vivere

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte   

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.