L’inaugurazione top secret del Nido Verticale, la nuova superstar dello skyline di Milano

Sembra tutto completo. Eppure sull'inaugurazione è calato il silenzio

3
Credits: www.mcarchitects.it

Un cantiere che prosegue ormai da sette anni e che sembra concluso, al netto di rifiniture e sistemazioni interne. Ma tutto tace per quanto riguarda la data dell’inaugurazione. Nell’attesa rivediamo come è stato realizzato il nuovo grattacielo di Porta Nuova.

Milano città stato è anche su Youtube: clicca qui per il canale con i video su Milano. Puoi iscriverti, ti aspettiamo

L’inaugurazione top secret del Nido Verticale, la nuova superstar dello skyline di Milano

# La data di inaugurazione della nuova icona di Porta Nuova? Top Secret

Credits Andrea Cherchi – Torre Unipol Ingresso

I lavori sono partiti ormai da sette anni, un cantiere infinito in confronto a quelli degli altri grattacieli costruiti a Milano. Tutto questo tempo può essere in parte giustificato dalla particolare struttura dell’edificio, ma il fatto è che ancora il Nido Verticale non è stato inaugurato. Neppure si sa quando lo sarà, non trapela nulla dai costruttori e nemmeno da Unipol Sai, rimane quindi il mistero sulla data del trasferimento nella torre dei 650 dipendenti della compagnia assicurativa bolognese sparsi in diversi uffici in città.

L’area pedonale su Via Melchiorre Gioia antistante l’ingresso, caratterizzato da una struttura “reticolare” che fa da tettoia “a sbuffo”, è stata liberata da tempo e anche l’insegna è stata già installata. Ma tutto tace. Nell’attesa rivediamo come è stata realizzata.

# La firma di Cucinella per un grattacielo di 125 metri e un monumentale atrio di 75

A firmare questa nuova icona di design dello skyline milanese è lo studio Mario Cucinella Architects. Il nome di Nido Verticale deriva dalla sua struttura ellittica dell’edificio, con una facciata caratterizzata da una geometria a rete a simboleggiare le relazioni e la società contemporanea. Per costruirlo sono stati utilizzati pilastri curvilinei che incontrandosi in un determinato punto vanno a formare uno scenografico nido verticale. Ma passiamo ai numeri.

I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare
Credits Andrea Cherchi – Torre Unipol Cucinella

Il grattacielo ha un’altezza di 125 metri per 23 piani fuori terra, 3 piani interrati, una superficie totale di 31.000 mq, mentre l’ingresso si sviluppa verso l’alto creando un monumentale atrio di 75 metri di altezza

# Ecosostenibilità e efficienza energetica

Vetro, legno e cemento i materiali per costruire l’edificio. La facciata è avvolta da  un’intercapedine ventilata, con vetro singolo all’esterno e doppio all’interno, capace di isolare l’ambiente dal freddo invernale e a limitare il surriscaldamento estivo

A contribuire all’alta efficienza energetica ci sono anche i pannelli solari installati sull’edificio e l’integrazione di sistemi di raccolta dell’acqua piovana. Al suo completamento dovrebbe ottenere una certificazione LEED Platinum.

# Ci sarà anche uno Sky Restaurant

Credits: www.mcarchitects.it

Oltre agli uffici la torre dispone di una sala congressi di oltre 220 posti, diversi giardini pensili interni e una chicca sulla sua sommità: un bar sky restaurant all’interno della serra-giardino panoramica aperto anche per eventi pubblici e culturali. Sarà il primo ristorante in cima a un grattacielo a Milano?

Continua la lettura con: Il grande sogno del grattacielo fuori Milano: voleva essere il più alto d’Italia

FABIO MARCOMIN

Milano città stato è anche su Youtube: clicca qui per il canale con i video su Milano. Puoi iscriverti, ti aspettiamo

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteI tunnel sottomarini per portare l’Italia in Sardegna: da Milano alla Costa Smeralda in 6 ore, senza toccare l’acqua
Articolo successivoPer un’ora di Metro: la (misera) estensione dell’orario per i grandi concerti. E nelle altre sere d’estate resta l’orario da Cenerentola
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome