L’incendio del 110%

Nella zona Sud di Milano ha preso fuoco un palazzo di 15 piani, un grattacielo, la Torre dei Moro

Incendio Torre dei Moro. Credits: @ raffael_marsotto IG

29 agosto. Nella zona Sud di Milano ha preso fuoco un palazzo di 15 piani, un grattacielo, la Torre dei Moro, in via Antonini.
L’intervento tempestivo dei soccorsi sembra aver scongiurato vittime e feriti gravi.

Ha fatto scalpore l’incendio della facciata che sembra sia stata realizzata in polistirene, un noto isolante usato in edilizia per fare i rivestimenti “a cappotto” delle facciate e dei tetti, tra i più impiegati per il basso costo e la praticità di posa nelle ristrutturazioni incentivate dal bonus del 110% del governo.

Alcuni condòmini hanno dichiarato che l’azienda che l’ha installato l’aveva certificato come ignifugo, ma purtroppo la resistenza al fuoco dei materiali derivati dal petrolio non è mai ottimale.

Ma siamo sicuri che rivestire le facciate dei palazzi di plastica sia la soluzione giusta per l’Italia?

Continua la lettura con: Ogni azione determina una reazione

MILANO CITTA’ STATO

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Leggi anche: Incendio a Milano, i pannelli infiammabili che rendono più “cool” la Torre dei Moro da 8mila euro al metro

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.