La fiducia negli altri è il motore di Milano

La vera chiusura che ha colpito Milano non è delle singole attività ma è quella del motore della città

Fuorisalone 2019. Credits: @licialupelli (INSTG)

Chi arriva a Milano ha fiducia che Milano gli dia qualcosa. E la caratteristica tipica di chi sta a Milano è che accoglie con fiducia chi arriva.

Milano si regge sulla fiducia. È una città in cui da sempre chi esce di casa sa che l’altro che non conosce può rappresentare un’opportunità, può trasformarsi in una nuova amicizia, in un nuovo progetto. Lo stesso concetto di aperitivo nasce come palcoscenico di questa fiducia, lo stesso vale per gli eventi dove il bello è trovarsi insieme a persone mai viste prima con cui si condividono gli stessi ambienti e gli stessi interessi.
L’apoteosi è il Fuorisalone in cui incontri persone di qualsiasi nazionalità e si vive tutti insieme come se per una settimana si facesse parte della stessa famiglia.


L’effetto collaterale di quest’emergenza che forse stiamo trascurando troppo qui a Milano è il sentimento diffuso che è l’opposto di quello di Milano: la diffidenza.
La vera chiusura che ha colpito Milano non è delle singole attività ma è quella del motore della città. Se a Milano si spegne la fiducia tra le persone, la città si spegne.

Continua la lettura con: ‘o sole mio

MILANO CITTA’ STATO