Il mattino ha l’oro in bocca

Se uno crede che tutte le altre persone lo vogliano uccidere, sulla base di questa premessa assurda si comporta poi in modo perfettamente logico


Nelle malattie mentali il problema non è la logica di chi è preda della follia, ma la premessa che innesca quella logica.

Ad esempio, se uno crede che tutte le altre persone lo vogliano uccidere, sulla base di questa premessa assurda si comporta poi in modo perfettamente logico, leggendo tutti gli avvenimenti come un pericolo per la sua incolumità e cercando in ogni modo di sfuggire alle aggressioni.
Questo fa parte di uno dei principi della mente umana che è chiamata a interpretare l’ambiente e a reagire di conseguenza. La razionalità umana è lo strumento per reagire all’ambiente in cui si opera.


Ma se la lettura della realtà è sbagliata, il cervello automaticamente giustifica tutti i fatti con questa chiave di lettura, comportandosi con logica razionale anche se questa è la conseguenza di qualcosa di falso.
Se la premessa da cui parte la logica individuale è dissociata dalla realtà a quel punto si parla di psicosi.

Se un governante parte dalla premessa infondata che i mali di un Paese derivino da uno sparuto gruppo di cittadini, tutte le azioni che saranno messe in opera verteranno sul contrasto dei poveri malcapitati. Non solo, se questa premessa venisse accettata dall’opinione pubblica, si giustificherebbe ogni tipo di sopruso e di persecuzione attivata dal governo perché sarebbe ritenuta come il modo per eliminare qualunque tipo di problema.

E la inevitabile incapacità del governo di risolvere i problemi con questo tipo di procedure porterebbe ancor più a dare la colpa al gruppo scelto come capro espiatorio, rafforzando così il convincimento della premessa in un crescendo senza fine, esattamente come nella malattia mentale.



Se per affrontare una psicosi non si interviene correggendo la premessa sbagliata, nessun tipo di terapia può risultare efficace.

Continua la lettura con: La pozione magica

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here