🛑 Milano si candida per l’EUROVISION. I 7 MOTIVI per cui è la SCELTA GIUSTA

Le candidature, più o meno ufficiali, stanno arrivando da tutte le principali città del Paese ma sarebbe Milano la sede più appropriata. Vediamo perché

Credits: ilgiorno.it - Vittoria Eurovision

L’organizzazione della prossima edizione di uno degli eventi musicali più grandi al mondo, l’Eurovision Song Contest, toccherà all’Italia nel 2022 grazie alla vittoria dei Maneskin nell’edizione di quest’anno. Le candidature, più o meno ufficiali, stanno arrivando da tutte le principali città del Paese ma sarebbe Milano la sede più appropriata. Vediamo perché.

Milano si candida per l’EUROVISION. I 7 MOTIVI per cui è la SCELTA GIUSTA

#1 È la capitale della discografia italiana e delle aziende del settore 

Credits: radiobicocca.it – Sede Warner Italia

La nostra città rappresenta la capitale italiana dell’industria discografica e di musica dal vivo. Gli head quarter di Universal, Sony e Warner, le tre major del mercato, ma anche storiche etichette indie come Sugar e Carosello hanno sede qui. Spotify, piattaforma leader dello streaming, ha scelto Milano come hub per l’Europa meridionale. Il giro d’affari delle aziende che si occupano di musica dal vivo a Milano copre il 47% del totale nazionale. Tenendo dentro anche le attività di radio e Tv, le aziende milanesi della musica muovono 3,6 miliardi, con 950 imprese attive, il 9,6% rispetto al totale nazionale.  


#2 Milano capitale della musica dal vivo e degli eventi

Credits: onstage.com – U2 al Forum

Milano è la principale piazza del Paese per la musica dal vivo, l’anno prima del covid erano stati oltre 2.700 eventi, per un volume d’affari di 51,9 milioni, il 20% dei ricavi nazionali. Aggiungendo anche i fatturati di discoteche e concertini, la quota sale a 87,9 milioni, il 12,7% del totale italiano. La leadership di Milano musica ha inoltre origini antiche, basti pensare alla Scala dall’Ottocento alla nascita dell’’editoria musicale con la Casa Ricordi.

#3 Collegamenti internazionali: 3 aeroporti a servizio della città

Credits: varesenews.it

Il primo dei requisiti previsti dall’European Broadcasting Union, he si occupa dell’assegnazione della sede e di contribuire economicamente all’organizzazione dell’Eurovision Song Contest, è la connettività internazionale. Milano ha tre aeroporti internazionali a disposizione, tutti ottimamente collegati con ampia disponibilità di voli di compagnie low cost. L’aeroporto cittadino di Milano Linate entro l’anno servito dalla linea M4 fino alla stazione ferroviaria Forlanini, Milano Malpensa che ha una linea ferroviaria dedicata che collega direttamente il Terminal 1 e il Terminal 2 dell’aeroporto con il centro città in meno di 40 minuti, infine Orio al Serio distante 50 minuti da Milano.

#4 La disponibilità di strutture capaci di ospitare almeno 10.000 persone: Forum e Palazzo delle Scintille

Credits: pistoiasport.com

Il secondo requisito per ospitare l’evento è la disponibilità di strutture capaci di ospitare almeno 10.000 persone. Il Mediolanum Forum di Assago ha una capienza massima di 12.700 spettatori ed ha già ospitato concerti di livello mondiale, qui hanno suonato Madonna, U2, Vasco Rossi e Ligabue, con sale aggiuntive ideali per la sala stampa o per una Green Room separata. Ben collegata con il resto della città grazie alla fermata dedicata della M2, linea che collega le principali stazioni ferroviarie dell’AV di Stazione Centrale e Garibaldi. A livello di arterie stradali è presente l’uscita della tangenziale ovest. In alternativa al Forum ci sarebbe il Palazzo delle Scintille a Citylife, raggiungibile dalla fermata Tre Torri M5.



#5 La capacità ricettiva superiore a 3.000 camere

Credits: principesavoia iG – Hotel Principe di Savoia

L’ultimo requisito previsto dall’European Broadcasting Union è la capacità ricettiva, con un limite minimo di 3.000 camere. Milano rispetta ampiamente questo requisito con 77.000 posti letto e oltre 41.000 camere tra alberghi e strutture simili.

#6 Dopo Napoli e Roma, è il turno di una città del nord

L’assessore alla cultura di Milano Del Corno ha fatto notare come per questa terza edizione italiana dell’Eurovision, “tocca al Nord. Questo perché “le altre due edizioni in Italia si sono svolte a Napoli e a Roma” e quella romana del 1991 fu un vero disastro.

#7 Milano è l’unica città europea d’Italia

Credits: milanofashiontour.com

Milano è l’unica città Europea d’Italia, la metropoli meglio connessa e la più internazionale e cosmopolita. Una delle quattro capitali del fashion mondiale, la capitale indiscussa del design con il Salone del Mobile evento di punto e il più importante al mondo, la capitale finanziaria e quella dove hanno sede la maggior parte delle multinazionali estere. Un evento internazionale come l’Eurovision può essere ospitato solo qui per far fare la migliore figura a tutto il Paese. 

Fonti: Eurofestivalnews, Il Giorno, Movieplayer

Continua la lettura con: Estate 2021: TORNANO a Milano i grandi CONCERTI. Gli ARTISTI che si esibiranno

FABIO MARCOMIN

Leggi anche: MANESKIN, annunciato il tour nei Palazzetti in tutta Italia, biglietti online

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.