🛑 Milano e Lombardia: da giovedì in zona GIALLA (a intermittenza). Scuole RIMANDATE, Università NON pervenute

Vediamo i punti più significativi delle nuove decisioni del governo

Credits: fanpage.it

Alla fine delle “festività” natalizie, Milano e la Lombardia tornano ad essere “zona gialla”. Ma a intermittenza: nel weekend restano vigenti le norme per la zona arancio. Le scuole superiori verranno riaperte, ma quando? E delle università ormai non parla più nessuno. Ma vediamo i punti più significativi delle nuove decisioni del governo. 

🛑 Milano e Lombardia: da giovedì in zona GIALLA (a intermittenza). Scuole RIMANDATE, Università NON pervenute

# Zona Gialla in settimana e Arancione nel Weekend. Nuove regole per Milano e per la Lombardia

Credits: veronasera.it

La Lombardia tornerà dopo la breve finestra di dicembre mesi ad essere considerata “zona gialla” da giovedì 7 Gennaio. Resta comunque l’allerta per il weekend che rimarrà al momento sotto le direttive imposte in zona arancione ma con libertà di spostamento nel proprio comune. Il giorno 6 Gennaio scadrà infatti l’effetto delle misure anti-contagio stabilite per il periodo Natalizio, motivo per il quale il Consiglio dei ministri si è riunito per capire come muoversi per evitare una terza ondata.


# Le regole da rispettare in zona Gialla

Credits: fanpage.it
  • coprifuoco dalle 22 alle 5, salvo per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute
  • è fortemente raccomandato a tutte le persone di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi
  • attività dei servizi di ristorazione, fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, sono consentite dalle ore 5.00 fino alle ore 18.00
  • il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo. Dopo le 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico
  • resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, e sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze
  • continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nei limiti e alle condizioni di cui al periodo precedente
  • centri commerciali chiusi nei giorni festivi e pre-festivi, ma rimangono aperti negozi alimentari, farmacie, parafarmacie ed edicole collocati al loro interno
  • aperti i negozi al dettaglio fino alle 21
  • Fino al 15 Gennaio però non sarà ancora possibile lo spostamento tra regioni se non per motivi lavorativi, salute e necessità e il rientro alla propria residenza o abitazione. Successivamente a questa data, salvo imprevisti, saranno consentiti gli spostamenti anche fuori Regione, purché le Regioni di destinazione siano nella stessa zona di rischio moderato
  • musei, mostre, piscine, palestre, teatri, cinema restano chiusi. Aperti i centri sportivi;
  • corner per giochi e bingo in bar e tabaccherie chiusi.

# Fin quando rimarranno chiuse le SCUOLE SUPERIORI?

Credits: skuola.net

A differenza di quanto annunciato nelle scorse settimane, gli studenti delle scuole superiori non torneranno in classe il 7 gennaio. Arriva la conferma da parte del governo che, dopo lo scontro nel consiglio dei ministri, ha deciso che le scuole verranno rimandate: potrebbe essere 4 giorni dopo, l’11 Gennaio. Per le regioni che nel monitoraggio di venerdì 8 avranno i parametri per essere considerate “Zone Rosse”, come Veneto e Friuli, avranno un ulteriore slittamento dell’apertura delle scuole, non prima di fine gennaio. 

# Università: ancora non pervenute

Credits: immagina.eu

Restano ancora non pervenute le notizie riguardanti le Università, chiuse ormai da quasi un anno e senza alcuno spiraglio di apertura. La scuola italiana sta riaprendo gradualmente. Le scuole elementari non sono mai state chiuse, le scuole medie hanno avuto una riapertura a intermittenza e, notizia del giorno, le scuole superiori riapriranno a breve. Ma le Università? Al momento ai piani alti dello Stato questa riapertura non s’ha da fare ma restiamo in attesa degli sviluppi con la speranza che presto anche gli studenti universitari possano tornare a vivere l’ultimo step della propria carriera scolastica prima di interfacciarsi con il mondo del lavoro.

Continua la lettura con 10 POSTI dove FUGGIRE dal mondo restando in LOMBARDIA

MARCO ABATE



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore
Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.