🛑 MILANO e LOMBARDIA a rischio ZONA GIALLA: quando e cosa comporterà

La curva cresce soprattutto per uno dei parametri chiave per il cambio colore: cosa succederà?

Credits: milanopost.info

Scenario “fragile” quello in cui si trova la Lombardia che rischia di diventare zona gialla un’altra volta, come un anno fa. Vediamo quando e perché la Lombardia potrà cambiare colore.

MILANO e LOMBARDIA a rischio ZONA GIALLA: quando e cosa comporterà

# Friuli già in giallo

credits: @uptodate.clipnotes
IG

Le nuove tensioni causate dalla risalita dei contagi e dalla diffusione della nuova variante Omicron hanno creato una concreta possibilità di ritornare in zona gialla entro Natale. Alcune regioni, come il Friuli Venezia Giulia, il passo l’hanno già fatto o lo stanno per fare. Per entrare in zona gialla è necessario che si incontrino 3 requisiti: il superamento del 15% dei posti letto nei reparti Covid, del 10% dei reparti di terapia intensiva e l’incidenza settimanale dei nuovi casi oltre i 50 casi per 100mila persone.


# Le previsioni per la Lombardia: in giallo entro Natale per il superamento della soglia di ricoveri ordinari?

Credits: Il Corriere

La tendenza sembra chiara. Ieri, la Lombardia era a quota 135 nuovi casi e le previsioni del modello «Made», un sistema di monitoraggio, stimano che entro due settimane si potranno superare i 230. Allo stesso modo, è altamente probabile che venga superata la soglia del 15% per i posti letto occupati, mentre quella del 10% delle terapie intensive non dovrebbe essere a rischio. 

# I dati sono migliori rispetto all’anno scorso

Andamento casi covid in Europa

Si parla di “ondata lenta” perché è vero che “i nuovi positivi in tutta la Regione sono cresciuti del 29 per cento nella prima settimana di novembre, l’aumento è schizzato” afferma Il Corriere, “a inizio novembre in tutta la Lombardia si contavano in media circa 600 nuovi contagiati al giorno, oggi i nuovi positivi sono più del triplo, e cioè oltre 1.900 ogni 24 ore”. Ma se si comparano i dati del mese di Novembre 2021 e del 2020 la crescita è più contenuta rispetto all’anno scorso quando si contavano 10mila nuovi contagi al giorno.

# I ricoverati aumentano

Credits: www.ecodibergamo.it

“I pazienti ricoverati nei reparti Covid ordinari sono oggi 789, il 12 per cento sui 6.571 letti disponibili. Nelle ultime due settimane il saldo dei ricoverati (tra chi entra in reparto e chi viene dimesso) è aumentato di 348“. Se i numeri dovessero salire ancora, si potrebbe superare con facilità la soglia del 15% dei ricoveri ordinari. Mentre in terapia intensiva, “i letti occupati sono 91, con una crescita però del 50 per cento nell’ultima settimana, quando i pazienti ricoverati sono passati da 61, a 91”.



# Cosa cambierebbe con il giallo?

Cosa cambia con il passaggio in giallo? Le regole per Green Pass e super Green Pass rimangono le stesse della zona bianca. Anche negozi, bar, ristoranti e discoteche restano aperte. L’unica modifica di rilievo è che le mascherine tornano anche all’aperto, come peraltro già disposto nelle vie del centro di Milano dalla nuova ordinanza del sindaco Sala. 

Fonte: Il Corriere

Continua a leggere con: 🛑 Già 8 TONNELLATE di PLASTICA: per proteggerci dal Covid stiamo inquinando il pianeta

SELENE MANGIAROTTI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

Leggi anche: Covid, Alto Adige: zona gialla da lunedì 6 dicembre

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.