🔴 MILANO HOT: i quartieri più caldi di Milano e come rinfrescarli

Un'estate da bollino rosso: la soluzione?

I quartieri bollenti - Credits: ilmeteo.it

Una foto satellitare mostra le “isole di calore urbano” di Milano. Scopriamo come si potrebbero rinfrescare

La mappa della “MILANO HOT”: i quartieri più caldi di Milano e come rinfrescarli

# Milano sempre più bollente

Babak Habibi da Pixabay

Una foto satellitare scattata dall’Agenzia Spaziale Europea, riporta d’attualità il tema delle isole di calore urbano. La mappa mostra il territorio di Milano, mettendo in evidenza i quartieri dove la città soffre di più il caldo.
Mentre la mappa fa il giro del web, montando per altro l’ennesima emergenza legata alle temperature elevate, si rincorrono anche le soluzioni più o meno note per porre fine alle emergenze con una seria politica di programmazione.
La voce più interessante che si leva è quella di Stefano Boeri, che basa le sue tesi su dati oggettivi.


Leggi anche: Le OASI più FRESCHE di Milano: parchi, piscine, spiagge urbane

# Un’occhiata più da vicino

I quartieri bollenti – Credits: ilmeteo.it

Uno sguardo attento alla foto dell’ESA permette, senza dubbio, di individuare le zone di Milano dove il caldo è più problematico che altrove. La temperatura è campionata al livello del suolo, codificata da un codice che colora di rosso fuoco i quartieri più “bollenti”.
Oltre alle isole di calore, sono evidenti le “isole verdi”: parchi, viali alberati e le zone con il verde sono oggettivamente più fresche.

Stefano Boeri, in qualità di presidente del comitato scientifico di ForestaMI, ideatore del Bosco Verticale, esorta a «non perdere un minuto di più nel riempire le nostre città di piante». Uno studio riporta, ad esempio, che le piante si riscaldano meno di asfalto e cemento, tanto che il Bosco Verticale, come le sue oltre 21 mila piante, è capace di mitigare le temperature.
Boeri sottolinea che «abbiamo bisogno di alberi, arbusti, rampicanti che ombreggino i luoghi dove abitiamo e ci riparino dal sole, che assorbano il veleno prodotto dal traffico».



Leggi anche: 7 modi per SCONFIGGERE il CALDO a Milano

# L’ombra è potente

Caldo in città, vie con e senza alberi – Credits: Architecture Hub FB

Una foto pubblicata sabato 9 luglio da Architecture Hub, mostra ancora più nel dettaglio questa tesi, comparando due quadri urbani. Una via senza alberatura, in cui le temperature dell’asfalto superano i 44°C, quella delle auto i 61°C; accanto una via alberata, in cui le temperature non superano i 27,4 °C.
L’ombra degli alberi è un vero potere, perché abbassa «le temperature dell’isola di calore urbana. I costi […] sono più che compensati dai spese accessorie di manutenzione», commenta Mattew D.
Gloria D.C. afferma di aver testato personalmente, con un termometro digitale, la differenza di temperatura «in pieno sole o all’ombra. La differenza è drammatica e testimonia il vero impatto della piantumazione di alberi urbani».

Leggi anche: I 10 GELATI più buoni di MILANO (secondo i milanesi)

# «Uno spreco non metterlo in pratica»

Credits: Gerd Altmann da Pixabay

Così Maria Jesus P.C., insieme a molti altri, riassume i rimproveri che vengono mossi a tutte le amministrazioni comunali (il post è commentato in molte lingue diverese), per non cogliere seriamente questa opportunità.
Sulla stessa lunghezza d’onda Boeri, che chiude il suo commento affermando che «Forestare le città è non solo un gesto di attenzione al mondo vegetale ma un atto di sopravvivenza».

Sembrano tutti inviti ad una riflessione importante, che anticipi l’ovvio senza trasformarlo in emergenza: d’estate fa caldo e d’inverno fa freddo, ma ciò non dovrebbe esaurirsi in dibattiti tra esperti o semplici cittadini. Le analisi dovrebbero essere sfruttate proprio per trovare quelle soluzioni-cuscinetto che permettano alle città di essere accoglienti e vivibili, in tutte le condizioni che la natura deciderà di proporre

Fonte: Il Meteo e Architecture Hub

Continua la lettura con: CALDO (e freddo): le TEMPERATURE RECORD della storia di Milano

LAURA LIONTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


1 COMMENTO

Comments are closed.