Gli embrioni chimera: la FUSIONE tra UOMO e SCIMMIA

Una nuova ricerca ha permesso di ottenere in laboratorio una fusione tra le cellule umane e quelle delle scimmie: quali sono gli obiettivi, gli sviluppi e i dubbi di questa scoperta?

Credits: readmusings.blogspot.com

La ricerca scientifica, negli anni, è riuscita ad avanzare nella scoperta di nuovi modi per migliorare la vita dell’uomo e per la sfida contro le malattie. Tuttavia, l’avanzamento passa spesso attraverso esperimenti che potrebbero suscitare qualche perplessità. Vediamo, ad esempio, il caso di un nuovo organismo che, come le leggendarie chimere, fonde le caratteristiche di due distinti esseri viventi.

Gli embrioni chimera: la FUSIONE tra UOMO e SCIMMIA

# I dettagli della scoperta

Credits: readmusings.blogspot.com

Il traguardo è stato raggiunto dall’unione di un team di scienziati cinesi e americani, portando nuova speranza per il futuro della medicina rigenerativa. In particolare, lo studio è stato riportato dalla rivista scientifica Cell ed risulta piuttosto prodigioso: alcuni embrioni di scimmia sono stati uniti con successo a cellule staminali umane. Questi embrioni, definiti “chimera” proprio per la fusione che presentano, hanno continuato a svilupparsi per 20 giorni, integrandosi con successo. Tuttavia, non è stato un esito positivo immediato. Dei 132 embrioni che sono stati generati, solo tre sono riusciti a raggiungere lo stadio finale.


# Dubbi e possibili sviluppi futuri

Credits: cell.com

Lo scopo di questo esperimento, secondo gli scienziati, è la creazione di un nuovo modello che permetta di comprendere ancora meglio la biologia umana. Poiché non è possibile condurre sperimentazioni direttamente sull’uomo, la strada percorsa riguarda organismi ibridi che siano in grado di avvicinarsi quanto più possibile a quelli umani. Tuttavia, questo non è bastato a fermare le polemiche.

La stessa comunità scientifica mondiale ha sollevato dei dubbi su questo nuovo processo, in particolare di livello etico. L’embrione, dopotutto, è il primo stadio di sviluppo anche di un essere umano e creare chimere potrebbe essere visto come sostituirsi al ruolo di un dio. Nonostante ciò, non bisogna sottovalutare i benefici che scoperte come questa possono offrire: un’opportunità unica di sviluppo verso nuove strategie terapeutiche che potrebbero salvare vite da malattie ancora considerate incurabili.

Continua a leggere con: MONTAGNATERAPIA: la medicina naturale per il corpo e per la mente

MATTEO GUARDABASSI



Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.