🔴 Chiude anche l’Arlecchino: nel CENTRO di Milano c’è ora solo UN CINEMA

Il centro perde un altro cinema: la notte a Milano si fa più buia

Credits: pinterest.com

L’arrivo delle piattaforme in streaming combinata alle chiusure subite negli ultimi due anni, hanno fatto sì che Milano perdesse i cinema del centro: chiude anche l’Arlecchino. Può una metropoli europea avere in un tutto il centro un solo cinema?

Chiude anche l’Arlecchino: nel CENTRO di Milano c’è ora solo UN CINEMA

# Arlecchino: cinema storico con il famoso mosaico di Fontana

Fondato nel 1948 il cinema Arlecchino, in via San Pietro dall’Orto, Milano, chiude i battenti. Il cinema storico nei pressi della galleria Vittorio Emanuele II, a pochi passi dal Duomo, è l’ultimo della zona che giunge alla fine del suo percorso. Per anni questo luogo è stato presentatore di film d’autore e in lingua originale e non solo, diventando uno dei cinema più amati dai milanesi. Il caratteristico locale aveva un’unica sala da 300 posti e ospitava una particolarissima scultura di Lucio Fontana: un mosaico di circa due metri e mezzo, raffigurante l’Arlecchino. Simbolo dello spettacolo italiano, anche il piccolo palco conclude la sua storia, lasciando nel centro di Milano un unico cinema.


Credits: anni 70′, pinterest, oggi.it

Leggi anche Elisabetta ANDREIS: “La mia Milano è una CITTÀ DA CINEMA” 

# I monosala e la crisi serale del centro

La storicità del cinema milanese subisce una grande battuta d’arresto, lasciando solo l’Odeon, seppur anch’esso in via di ridimensionamento, ad accogliere i cinefili che volessero godere della vicinanza a Piazza Duomo. La situazione dei monosala si è fatta sempre più difficoltosa e sono quelli che si sono dimostrati più fragili ad affrontare la crisi del settore innescata da pandemia e misure restrittive. A Milano si trovano diversi piccoli cinema come l’Arlecchino, che riescono a sopravvivere grazie alla comunità locale e ad uno stile di vita da piccola bottega, cosa che non è più possibile per il cinema del 1948, che sorge in una zona ormai dedicata allo shopping, frequentata di giorno ma sempre più vuota di notte.

 



Credits: pixabay.com

Leggi anche Portare i BAMBINI degli ALTRI al cinema o al museo: a Milano l’AFFIDAMENTO CULTURALE

# Odeon: ultimo sopravvissuto anche se in fase di ridimensionamento

In centro a Milano, ora rimane solamente Odeon, cinema nato nel 1929, che fa parte del circuito The Space Cinema dal 2009. Odeon è un multisala, con 10 sale proiezione e 2.200 posti ed ha comunque subito un’evoluzione dotandosi di un’area di ristorazione. Mantiene ancora lo stile architettonico d’epoca, ma il suo sistema audiovideo è estremamente moderno. Il multisala sopravvive agli altri cinema del centro e tenta come strategia di sopravvivenza di ampliare i servizi e l’offerta culinaria, sperando di mantenere la sua posizione fisica ed economica, restando così l’ultimo baluardo nel centro di quella che un tempo era una capitale del Cinema. 

Leggi anche: lo storico Odeon si ridimensiona: diventerà un centro commerciale

Credits: wonderful_milan
IG

Continua la lettura con 10 COSE BRUTTE di Milano 

SARAH IORI

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.