🔴 ADDIO alle PALME in piazza Duomo?

Sala: "Potrebbe essere il momento di cambiare"

Credits: ilportaledeitreni.it - Palme in Piazza del Duomo

Hanno diviso i cittadini milanesi, hanno provocato contestazioni politiche, sono state insultate, derise e a volte apprezzate e ora potrebbero dire addio alla loro cara amata piazza. Sono le palme in Piazza Duomo, che presto potrebbero scomparire. A Milano ci si era abituati ad averle, ci si era quasi affezionati, ma le probabilità che a fine anno saranno tolte sono molto alte. Ecco il perché.

ADDIO alle PALME in piazza Duomo?

# Le aiuole in piazza Duomo cambiano sponsor


Milano si prepara a cambiare sponsor per le aiuole in piazza Duomo. Il contratto di Starbucks, attuale sponsor nonché colui che ha portato palme e banani nella piazza più famosa della città, scade il 31 dicembre di quest’anno. Il nuovo finanziatore potrà scegliere se mantenere almeno in parte la vegetazione attuale delle aiuole oppure rinnovarla completamente.

# Le regole per il nuovo allestimento

Il Comune di Milano impone però dei vincoli per l’allestimento delle piccole aree verdi in piazza Duomo. Innanzitutto quest’area è soggetta a vincolo diretto monumentale, la scelta della vegetazione dovrà quindi essere consona agli arredi e manufatti della piazza, in modo tale da rendere la piazza un tutt’uno esteticamente bello. Il verde inoltre dovrà garantire un adeguato effetto estetico in tutte le stagioni. Infine, le aiuole sono esattamente sopra il mezzanino della metropolitana, quindi sarà necessario rispettare i limiti di carico di superficie.

# Il nuovo progetto entro settembre-ottobre. Sala: “Potrebbe essere il momento di cambiare”



A settembre-ottobre di quest’anno il nuovo sponsor dovrà già avanzare le proposte per la futura vegetazione di piazza Duomo, così da poter partire con il contratto a gennaio 2023. Chi si occuperà del nuovo assetto delle aiuole dovrà impegnarsi anche del recupero delle palme e del loro cambio dimora: dovrà farsi carico della zollatura e della collocazione in vaso, ma anche del trasporto verso il Vivaio comunale di Milano.

Resta comunque la possibilità che le palme non vengano rimosse. Palme che dal 2017 sono diventate simbolo della piazza, ma che in realtà c’erano già all’inizio del Novecento (come testimoniano foto dell’epoca). Intanto Palazzo Marino ha però indetto un nuovo bando e, come dice Sala,  “Milano non disdegna mai le novità e potrebbe anche essere il momento di cambiare. In questi anni (…) la presenza delle palme ha caratterizzato un po’ questa piazza. Ora faremo un nuovo bando e vedremo che proposte verranno presentate non essendo la presenza delle palme un vincolo”.

Tenerle o rimandarle a casa: quale vorreste come futuro per le palme del Duomo?

Continua la lettura con: C’è un angolo di FLORIDA a Milano: le PALME segrete in CORSO BUENOS AIRES

BEATRICE BARAZZETTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/