Guido MARTINETTI: “Per Milano sogno un HUB tecnologico di AVANGUARDIA MONDIALE”

Il mio passatempo preferito a Milano? Offrire un buon gelato

Guido Martinetti

Guido Martinetti. Uno dei due storici fondatori di Grom. Quello, per intenderci, che qualche politico aveva indicato come possibile leader politico anche se di politico ha solo la passione per il paese e per la comunità. Un autentico visionario, tra le risorse più preziose di questo paese. Di Torino, appassionato di Milano.

Guido MARTINETTI: “Per Milano sogno un HUB tecnologico di AVANGUARDIA MONDIALE”

Guido Martinetti

La cosa che ami di più di Milano?

L’internazionalità.


Quella che invece ti piace di meno?

L’esibizione.

 Il tuo locale preferito?

Accademia di Brera.

Credits: inexhibit – Pinacoteca di Brera, Tour Virtuale

Il tuo passatempo preferito a Milano?

Offrire un buon gelato.



Credits: @jomilan_italia
Grom

La canzone su Milano a cui sei più legato?

Luci a San Siro.

Il luogo dei dintorni di Milano che ami di più?

 

Morimondo: un’oasi incredibile. 

Credits: www.zainoinviaggio.it

La cosa più bella che ti è capitata a Milano?

Aprire il negozio in via Alberto da Giussano.

Credits: @jamie_kwai
Grom

La fermata della metro a cui sei più affezionato (e perché)?

Duomo.

La cosa più curiosa che hai visto a Milano?

Un cagnolino con la pelliccia.

Il quartiere che ami di più?

Brera.

Credits: westwing.it – Clotilde Brera

Caro Sala ti scrivo… (cosa chiederesti al sindaco per rendere Milano ancora migliore)?

Una multa, severa, per chi butta la carta o le sigarette in terra.

Milano città stato: sei a favore oppure no a che Milano abbia un’autonomia simile a una regione o a una provincia autonoma, come l’hanno le principali città d’Europa?

No.

Tolta Milano in quale città ti piace vivere?

Torino.

Credits: @malaga_yegan IG

Se avessi due miliardi per Milano che cosa faresti?

Un hub tecnologico all’avanguardia nel mondo, tale da competere con quanto le strutture esistenti in California.

Un sogno per Milano: qual è il tuo più grande auspicio per il futuro di Milano?

Che rimanga la sede della moda nel mondo, cosa che attualmente sembra scontata, ma non lo è del tutto.

Guido Martinetti

Ogni giorno Milano Mia su milanocittastato.it: l’intervista a personaggi innamorati di Milano

Continua la lettura con: Milano Mia: Giacomo Biraghi

MILANO CITTÀ STATO

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.