Direzione OST BERLIN, prossima fermata BOVISA!

In Bovisa si respira una besondere Stimmung, come la definirebbero lungo la Sprea.

https://www.mitomorrow.it/cambiamilano/quartiere-bovisa-storia-e-rinascita/

Chi ha avuto il privilegio di visitare, vivere o semplicemente di idealizzare nel proprio immaginario la frenetica e vivace capitale tedesca, all’avanguardia per mode e tendenze, non può non provare una certa nostalgia ricordando questa tormentata città, soprattutto nel periodo della cosiddetta “Wende“, la svolta. E non può non notare le somiglianze tra Berlino e il quartiere milanese della Bovisa.

Direzione OST BERLIN, prossima fermata BOVISA!

# L’aria di rinnovo e prosperità della Berlino di una volta e della Milano di oggi

http://tonyface.blogspot.com

Berlino è sempre stata, fin dagli anni ’20 del Novecento ancora prima dell’avvento del Nazismo, una città moderna e tollerante, un importante centro di produzione cinematografico, una realtà estremamente vivace e dalla mentalità aperta. Dopo la caduta del muro – in special modo nella grigia e fumosa parte est della città – dietro alle facciate annerite e scrostate delle vecchie case d’epoca e dei palazzoni dall’architettura di stampo socialista, il fermento culturale era enorme. Berlino era il luogo dove bisognava esserci.


Questa stessa atmosfera la si respira da un po’ di tempo anche a Milano, nonostante spesso si abbia la sensazione di trovarsi in una città che si comporta più da grande paese invece che metropoli, complici sia i cittadini sia le varie giunte comunali. Nonostante la psicosi pandemica delle congiunture economiche negative e dei governi deboli e inadeguati, Milano non si è mai fermata ed ora è pronta a ripartire con rinnovato slancio. Infatti sono innumerevoli i cantieri aperti e in fase di progettazione.

Milano è la città degli investimenti: tra le decine di progetti, sarà anche la città che ospiterà i giochi olimpici invernali del 2026, é la città scelta da moltissimi architetti che vogliono lasciare il segno, la città in cui la rigenerazione urbana si esprime attraverso futuristiche costruzioni e soluzioni architettoniche innovative.

# Il quartiere più berlinese di MILANO: la BOVISA

https://www.mitomorrow.it

Il quartiere che più di tutti possiamo definire dall’atmosfera berlinese è la Bovisa. Quartiere storicamente operaio, conosciuto per il suo passato anarchico di sinistra (davanti a molte case di ringhiera sono ancora presenti le targhe dei tanti partigiani caduti), polo industriale, referente come centro cinematografico internazionale e distretto giovane prevalentemente universitario.



Situata a Nord – Ovest di Milano, è al centro di enormi sviluppi urbanistici: tra tutti, il progetto del nuovo polo tecnologico sulle ceneri dell’EXPO allo Scalo Farini è tra i più rilevanti e innovativi. In Bovisa si respira davvero una atmosfera speciale: una besondere Stimmung, come la definirebbero lungo la Sprea.

# Una Bovisa giovane e internazionale

Il politecnico https://www.yesmilano.it/quartieri/bovisa

Popolata da numerosissimi studenti provenienti da tutto il mondo, il quartiere si presenta con un respiro davvero internazionale, anche grazie al distaccamento del politecnico cinese (unica sede in Europa). La Bovisa si contraddistingue inoltre per le numerose sedi di start up, importanti realtà di design, laboratori artigiani e bellissimi murales che ricordano i graffiti del muro berlinese.

# La movida del quartiere

Come Berlino, questo quartiere offre anche molte possibilità di svago: numerose trattorie e locali dove trascorrere serate davvero alternative alla riscoperta del dialetto e della cultura popolare. Stranamente a prezzi, per Milano, accettabili.

Come non citare l’incredibile Spirit de Milan? Locale ricavato da una vecchia fabbrica, con il suo fascino decadente, caratterizzato dagli enormi spazi in stile industrial e dalla programmazione ricchissima di eventi, che spaziano dal blues al cabaret, dal dialetto allo swing. Vivacissime serate all’aperto in cui,  tra tovaglie a quadretti, caraffe di vino e il fischio e lo sferragliare dei treni in viaggio in sottofondo,  pare di tornare indietro nel tempo.

Inoltre, punto a favore di questo quartiere è il fatto che, data la presenza della stazione delle Ferrovie Nord (purtroppo non una struttura degna di nota) è possibile raggiungere diverse località della Lombardia e il centro città comodamente e in pochissimi minuti. Il via vai di persone è sempre frenetico!

# Una MoLeCoLa di innovazione

In Bovisa, oltre alle tante case d’epoca e qualche cascina, si alternano soluzioni abitative modernissime, edifici colorati e facoltà universitarie. É un quartiere vivacissimo in pieno fermento, in cui nei prossimi anni vedranno la luce importantissimi progetti di riqualificazione, come il progetto MoLeCoLa.

La proposta di Molecola consiste nel creare un distretto tecnologico e innovativo, sostenibile e integrato, che promuove la riqualificazione del quartiere di Bovisa. Il progetto vuole rispondere alle dieci sfide del concorso internazionale promosso da C40 Reinventing Cities, istituito con l’obiettivo di trasformare siti degradati in spazi di rigenerazione ambientale e urbana.

Verranno anche apportante modifiche alla nuova piazza di Via Durando, dove due palazzi (in cui si saranno alcuni appartamenti ad affitto calmierato), botteghe e uffici si affacceranno su un enorme spazio luogo di incontro con panchine e alberi.

Tra i piani di riqualificazione del quartiere c’è anche il recupero della “Goccia”, la zona industriale abbandonata e miracolosamente sopravvissuta a bombardamenti, sventramenti e speculazione edilizia. Verranno preservate (si spera!) le preziose testimonianze di archeologia industriale, i gasometri e la consistente area verde destinata al pubblico. Il Politecnico sarà protagonista di questa rigenerazione.

# Il progetto per la stazione

https://lascuoladeiquartieri.it/bovisa-niguarda-esplora-i-quartieri-e-i-loro-dintorni/

La riqualificazione della stazione ferroviaria sarà il fulcro pulsante del progetto di riqualificazione e del rinnovo del quartiere. Lo Scalo ferroviario Farini, forse il più importante tra tutti gli scali ferroviari abbandonati, si svilupperà da Piazza Gae Aulenti fino al Mind, ex area expo. La proposta ”Agenti climatici” del famosissimo studio Rem Koolhaas, con il supporto diversi altri autorevoli soggetti, porterà alla creazione di un bosco lineare in grado di depurare l’aria e raffreddare i venti.

Sperando che il tutto si realizzi nei tempi previsti non abbiamo altro da dire se non: BOVISA il quartiere dove bisogna esserci.

Continua a leggere con: I 7 QUARTIERI più SIMPATICI di Milano

ANDREA URBANO

Copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/