Corso San Gottardo era il borgo dei formaggiai

La funzione originaria delle caratteristiche case a corte tipiche della zona

0

Corso San Gottardo era l’arteria principale di un borgo storico esterno alle mura spagnole. Questo spiega le caratteristiche case a corte che si trovano nell’area compresa tra il Corso e il Naviglio Pavese.

Milano città stato è anche su Youtube: clicca qui per il canale con i video su Milano. Iscriviti: ti aspettiamo

Corso San Gottardo era il borgo dei formaggiai

Tra Corso San Gottardo e il Naviglio Pavese si trovano le caratteristiche case a corte tipiche della zona. Erano aree destinate alla vita sociale e professionale, disposte in lotti stretti e lunghi con ingressi spesso su ambo i lati.

Ph. lorenzobises IG

Il borgo doveva la sua fortuna alla vicinanza con il naviglio, in particolare nell’Ottocento quando il Naviglio Pavese venne completato: le barche mercantili dirette alla Darsena sostavano nei pressi di corso San Gottardo dove le merci venivano scaricate evitando il dazio posto alla dogana nei pressi della Darsena. I doppi ingressi servivano proprio a trasportare le merci dal lato dei navigli a quelli del borgo.

I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare

Fonte: Club Milano Magazine

Il borgo divenne noto soprattutto per lo scarico e la rivendita di latte e latticini che provenivano dal territorio pavese. Nelle case a corte si crearono depositi per la conservazione e la stagionatura dei formaggi. Per questa ragione la zona attorno a Corso San Gottardo venne definita il borgo dei formaggiai, in milanese El burg dè furmagiatt“.

Continua la lettura con: Le case Tudor del Ticinese

MILANO CITTA’ STATO

Milano città stato è anche su Youtube: clicca qui per il canale con i video su Milano. Iscriviti: ti aspettiamo

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/

 


Articolo precedenteSe Milano avesse i confini di Londra: che paesi e città ne farebbero parte?
Articolo successivoQuesto è il ristorante più antico d’Europa: era aperto già ai tempi di Carlo Magno

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome