LINEE della METROPOLITANA che si potrebbero creare utilizzando BINARI e STAZIONI esistenti

La linea zero, la gronda sud e le altre linee che si potrebbero creare a Milano

1
Google maps - Circle line interna

Come si potrebbero ricombinare le linee metropolitane milanesi utilizzando i binari e le fermate esistenti per crearne di nuove? Alcune ipotesi.

LINEE della METROPOLITANA che si potrebbero creare utilizzando BINARI e STAZIONI esistenti

#1 La linea zero o “circle line interna”: da Lotto a Loreto

Google maps – Circle line interna

La prima linea che si potrebbe realizzare, ipotizzando di far correre i treni tra i binari delle linee esistenti, potrebbe essere una circle line interna a cui dare il nome di “linea zero”. Il percorso si snoderebbe all’interno del perimetro della circonvallazione, nella metà a nord: sfrutterebbe i percorsi della rossa da Lotto a Loreto, della verde da Loreto fino a Porta Garibaldi e, da quel punto, quello della lilla per chiudere l’anello a Lotto. In questo modo verrebbero agevolati gli spostamenti orizzontali in questo quadrante della città.

#2 La “gronda nord”: da Rho Fiera a Cologno Monzese/Gessate

Google maps – Linea nord

Sfruttando in via ipotetica sempre i binari della linea rossa, lilla e verde si potrebbe dar vita a una nuova linea 1 o gronda nord. Il capolinea a ovest sarebbe Rho Fiera, poi il tracciato proseguirebbe sulla “linea zero” da Lotto fino a Porta Garibaldi, nell’attuale percorso della linea lilla, e da lì arriverebbe fino ai capolinea di Cologno Monzese o Gessate alla fine dell’odierna linea verde.

#3 La “gronda est”: da San Donato a Sesto San Giovanni FS

Google maps – Linea est

La terza linea renderebbe più comoda per gli utenti una tra le direttrici più utilizzate. La “gronda est” partirebbe a sud est dal capolinea di San Donato M3 e arrivata alla stazione Duomo proseguirebbe sul ramo della linea rossa in direzione Sesto San Giovanni e fra qualche anno Monza Bettola.

#4 La “gronda sud”: da San Cristoforo a San Donato

Credits Atm – Gronda sud

La quarta linea metropolitana potrebbe essere la combinazione di due tracciati. La “gronda sud” avrebbe il capolinea ad ovest nella futura stazione di San Cristoforo, procederebbe lungo il percorso della linea M4 fino a Missori dove si innesterebbe sui binari della linea gialla fino al capolinea est di San Donato M3.

#5 La “linea centrale”: da Assago Forum a Bignami

Google maps – Linea centrale

La quinta linea metropolitana potrebbe tagliare Milano in mondo longitudinale. La “linea centrale” sarebbe la combinazione della linea verde con capolinea sud ad Assago Forum e la linea lilla da Porta Garibaldi con capolinea nord a Bingnami e in futuro al Polo Istituzionale di Monza.

#5+1 La “gronda ovest”: da Bisceglie fino a Comasina

Google maps – Linea ovest

Infine la “gronda ovest” che sfrutterebbe il tracciato di tutte le quattro linee in funzione oggi. Come capolinea a sud avrebbe la fermata di Bisceglie o quella futura di Baggio sulla linea rossa. I treni della metropolitana proseguirebbero fino a Cadorna per innestarsi sul tracciato della linea verde fino a Porta Garibaldi, poi su quello della lilla fino a Zara e infine terminare al capolinea dell’attuale linea gialla di Comasina.

Continua la lettura con: Le SORPRESE della METRO di Milano

FABIO MARCOMIN

Copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedentePANCHINE RISCALDATE, FERMATE INTELLIGENTI, STRISCE LED per chi GUARDA il CELLULARE: il futuro prossimo di Milano?
Articolo successivoL’ultima novità da Milano: il VOLO DIRETTO al PARADISO dei SURFISTI
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

1 COMMENTO

  1. Esatto!
    Basterebbero solo l’esecuzione dei binari di raccordo dove oggi si incrociano le linee (che peraltro in qualche caso già esistono). Però, per la linea 1 andrebbe fatta la conversione della alimentazione elettrica.

    Non c’entra con l’argomento dell’articolo, ma per me ci vorrebbe anche una linea S interaeroportuale, da Malpensa a Orio (che sarà presto servito da ferrovia) passando da Segrate, dove con la futura estensione M4 si accede a Linate. In questo momento spostarsi tra i tre aeroporti in una funzionalità “hub” è del tutto impensabile. Le navette a mio giudizio, o alcune corse, non dovrebbero fermare nelle altre stazioni lungo il percorso.

La sezione commenti è chiusa.