Come sarà la “città del futuro”, con il palazzo di legno più alto d’Italia ai confini di Milano

Come si sta trasformando l'area, cosa è stato realizzato, i cantieri in corso e quelli in partenza

0
Credits: lifegate.it - 1- Parco lineare

Il piano industriale da 300 milioni di euro sta dando vita una nuova città, tra Milano e Rho, che punta ad essere un riferimento per l’innovazione a livello globale.

Come sarà la “città del futuro”, con il palazzo di legno più alto d’Italia ai confini di Milano

# Cosa è stato già realizzato: da Cascina Triulza al MIND Village

La “città del futuro” sta prendendo forma sempre di più ogni giorno. Partiamo da quello che c’è già. Per prima cosa Cascina Triulza, la prima vera eredità di Expo insieme all’Albero della Vita quale simbolo dell’evento che presto ritornerà a funzionare, dove Fondazione Triulza  ha dato vita nel 2015 al primo Padiglione della Società Civile. Altro simbolo dell’evento è stato Palazzo Italia, oggi centro nevralgico del polo di ricerca per le Scienze della vita Human Technopole in fase di completamento con gli ultimi edifici. Nel 2022 ha inaugurato  l’IRCCS Ospedale Galeazzi-Sant’Ambriogio, nato dalla fusione tra l’Istituto Ortopedico Galeazzi e l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio con tradizione cardiovascolare e bariatrica, 150.000 mq di superficie e tra gli ospedali più alti d’Europa con i suoi 16 piani per 85 metri altezza.

Leggi anche: La seconda vita dell’Albero della Vita: questo sarà il suo futuro

In funzione dal 2023 “Big Theatre”, uno spazio polifunzionale con una capienza complessiva che arriva fino a 3.500 persone destinato ad ospitare grandi eventi e realizzato da Big Spaces e Lendlease. Lo SkyDeck Europe dell’Università di Berkeley che ha consentito allo all’accelerazione di 36 startup e infine lo store senza casse di Esselunga, un Lab “dinamico” che sperimenta un nuovo concetto di retail sviluppato su due piani per una superficie di circa 600 mq.

Mind Village

C’è spazio poi Federated Innovation, una rete di 41 aziende tecnologiche, che hanno dato vita nel 2023 a oltre 100 innovazioni in 12 diverse aree, e il MIND Village, nata dalla rigenerazione degli edifici ex Expo 2015.

I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare

Leggi anche: Apre a Milano l’ESSELUNGA LAB, l’ultima frontiera dei SUPERMERCATI

# Cosa è in corso di realizzazione: dal Campus della Statale alla prima parte del Westgate

Credits: Mind Milano – Campus Scientifico Statale

Tra i cantieri partiti troviamo quello del nuovo polo universitario scientifico dell’Università Statale di Milano, pronto nel 2027, con 4 facoltà scientifiche (scienze e tecnologia, scienze agricole e dell’alimentazione, medicina e chirurgia, farmacologia). Un campus a firma Carlo Ratti Associati con: 210.000 mq di superficie, cinque corti circondate da cinque palazzi con 18.300 mq di aule, 50mila mq tra laboratori didattici e dipartimentali, oltre 8mila metri quadrati di biblioteca, oltre 23 mila persone attese e un investimento di 458mila euro.

Nell’area Westgate, 300.000 mq nei pressi della stazione metropolitana di Rho Fiera M1 da realizzare senza l’impiego di combustibili fossili di carbonio e alimentata al 100% da energia rinnovabile, sono stati avviati i cantieri per “Molo”, Il Mobility Hub e Horizon. Il primo si sviluppa su 3.000 mq e prevede una funzione mixed-use con laboratori, uffici, l’energy center dell’ecosistema, un’area retail ed un parcheggio multipiano con 1500 posti auto tra pubblici e privati. Il secondo è stato progettato da Piuarch e dallo studio inglese Waugh Thistleton Architects e ospiterà spazi di lavoro flessibili, tra gli arrivi ABB, E. ON e Confidi Systema, e destinati a uso commerciale. 

Credits jpius.it – Human Technopole

In costruzione anche il nuovo edificio del Campus dello Human Technopole di dieci piani e 61 metri di altezza. Si tratta di oltre 16.500 mq esclusivamente dedicati a laboratori per la ricerca scientifica e 3.000 mq di terrazze, giardini pensili, piazze pubbliche e spazi a misura d’uomo.

# In partenza il cantiere per l’edificio in legno più alto d’Italia 

Zenith

Tra i cantieri attesi per il 2024 spicca il gemello di Horizon, dal nome di Zenith, che con i suoi 13 piani fuori terra e 56 metri di altezza sarà l’edificio in legno più alto d’Italia e uno dei più alti in Europa.

Un edificio da realizzare con componenti costruttivi realizzati off-site e assemblati in cantiere, in parte smontabile e riutilizzabile. La scelta di utilizzare il legno è stata fatta in quanto è considerato il materiale carbon neutral per eccellenza.

Westgate

Sempre nell’area West Gate seguiranno poi i lavori per le residenze, previsti 400 appartamenti a firma studio Peluffo & Partners architettura oltre a un hotel e l’Innovation Hub, pensato come un “sistema aperto” per riunire attività educative, creative, culturali e di ricerca

# Il parco lineare di 1,5 km sarà l’ultimo a vedere la luce

Credits: lifegate.it – 1- Parco lineare

Tra gli elementi caratterizzanti la nuova città di MIND c’è il Common Ground che attraverserà tutta l’area trasversalmente per un’altezza di 10 metri, mettendo a disposizione un’area pubblica con il parco lineare più grande d’Europa di circa 1,5 km, lungo tutto il decumano. Questi i numeri: 460mila metri quadrati di verde, con un incremento di 3.000 alberi rispetto a quelli già esistenti, 4 parchi tematici (dello sport, del cibo e della salute, l’orto botanico e il parco attrezzato), 4 chilometri di piste ciclabili e 4.000 mq di specchi d’acqua in più.

# L’accessibilità dell’area garantita dalla stazione di Rho Fiera e da quella futura della Circle Line di MIND-Merlata

L’accessibilità di tutta l’area viene garantita oltre che dalla Stazione Rho Fiera, con treni regionali, suburbani, dell’Alta Velocità e della linea M1, anche dalla futura stazione della Circle Line di MIND-Merlata.  Il progetto preliminare è stato realizzato dallo studio 3TI Progetti, prevista una struttura in metallo bianco che si integri con la vicina passerella ciclopedonale. Si attende la progettazione definitiva finanziata con 10 milioni di euro.

foodserviceweb.it – MIND

Tutto il progetto di MIND dovrebbe concludersi entro il 2036.

Leggi anche: Finanziata la STAZIONE “GIARDINO” della CIRCLE LINE: ecco come sarà (IMMAGINI)

Continua la lettura con: MIND: come sta DIVENTANDO la “CITTÀ NELLA CITTÀ”

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteDiamo i numeri…alle vie di Milano
Articolo successivoLa Grande Moschea di Milano sarà costruita qui
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome