La nuova OASI del MAGIC MOVIE PARK a due passi da Milano

L'ambizioso progetto è svanito in un luogo di degrado e abbandono. Ora, però, sembra arrivare la svolta

Credits: @mad_m_a_r_k (INSTG)

Il Magic Movie Park di Muggiò, in provincia di Monza e della Brianza, era nato come un luogo ricreativo e piacevole. Un’opera gigantesca che andò incontro a problemi finanziari, intrecciati con la malavita, e finì abbandonata. Dopo molti anni, però, sembra essere arrivato il momento del suo riscatto.

La nuova OASI del MAGIC MOVIE PARK a due passi da Milano

# L’alba e il tramonto del multisala di Muggiò

Credits: ilgiorno.it

Oggi, il Magic Movie Park si presenta come una città fantasma, deserta e inospitale. I muri dei suoi locali sono imbrattati, molti oggetti come vetrate o sedie sono andati distrutti dai vandali e gran parte dell’area viene utilizzata come una discarica abusiva. Dopo un’inaugurazione in pompa magna, nel 2005, i problemi per il multisala iniziarono subito e finirono per condurlo in questo stato.


# Da Cinema a Cine Mercato

Nonostante si trovi in una posizione strategica, vicino alla Tangenziale Nord, il cinema non ebbe la fortuna sperata e, sull’orlo del fallimento, venne acquistato da un imprenditore cinese, Song Zhicai. Egli provò a trasformarlo in un grande Cina Mercato ma, dopo alcuni tentativi di frode, fu arrestato. Da quelle indagini, emersero anche sospetti di affari illeciti tra la ‘ndrangheta e la mafia cinese legate all’immobile. Questo fu il colpo di grazia che sancì la fine del Magic Movie Park.

Ora rimane in una situazione di completo degrado e abbandono, in più nessun tentativo di venderlo all’asta sembrava andare a buon fine. Da poco, però, pare essersi accesa una speranza per il futuro di quest’area.

# Un nuovo scopo “green”

Credits: viaggiareinbrianza.it

Nella giornata del 15 marzo 2021, nell’ultima asta per il passaggio di proprietà dell’immobile, il Comune di Muggiò è riuscito ad aggiudicarselo. Un’operazione fortemente voluta dallo stesso sindaco, Maria Fiorito, che da anni si mobilita per recuperare e far rivalutare l’area. Definito dalla stessa come “una ferita aperta per la città”, ora il Comune ha potuto mettere a frutto le risorse generate dalle azioni legali che hanno riguardato il multisala, chiudendo l’asta al prezzo di 1 milione e 650 mila euro.



Ora si punta a tornare, in tempi brevi, ad uno stato di decoro e il primo obiettivo sarà abbattere l’intera struttura. Il Magic Movie Park, infatti, è sorto nel mezzo di una delle oasi verdi più grandi del territorio, quella del parco di Grugnotorto. Il sindaco, quindi, ha deciso di sradicare questa impronta di cemento e sostituirla con un’area verde che torni in sintonia con il resto della zona. Una scelta che funge anche da simbolo di rivalsa contro l’inciviltà e gli sprechi di cui è stata protagonista negli ultimi anni.

Fonte: storiedimenticate.it

Continua a leggere con: Il piccolo CINEMA di paese che continua a proiettare FILM senza pubblico

MATTEO GUARDABASSI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.