La nuova METROTRANVIA MILANO-BRIANZA: gli otto comuni del percorso

Vediamo come sarà, quali tram saranno utilizzati e quando dovrebbe inaugurare

Progetto Metrotranvia Milano-Seregno

La dismessa tranvia extraurbana Milano-Desio verrà sostituita da una moderna metrotranvia con un percorso allungato. Vediamo come sarà, quali tram saranno utilizzati e quando dovrebbe inaugurare.

La nuova METROTRANVIA MILANO-BRIANZA: gli otto comuni del percorso

# Firmato il contratto da 131 milioni di euro per far partire i lavori 

Nuova metrotranvia Milano-Seregno

Ci sono buone notizie per la nuova metrotranvia a servizio del nord Milano e della provincia di Monza Brianza. Il 10 gennaio 2023 è stato infatti sottoscritto l’atto integrativo tra la Città Metropolitana e l’appaltatore, l’impresa di costruzioni Cmc di Ravenna, per l’avvio dei cantieri. Il valore del contratto è di 131 milioni di euro. Entro il 15 marzo 2023 dovrà essere effettuata la consegna complessiva dei lavori su tutta la linea, che sostituirà la dismessa tranvia extraurbana Milano-Desio prolungando il suo percorso. Si partirà con la consegna parziale dei lavori nel Comune di Nova Milanese con partenza dei cantieri con l’inizio del 2023. L’investimento complessivo, i cui extra-costi saranno coperti dal governo, è di circa 264 milioni di euro.

# Una nuova linea lunga 14,3 km per 25 fermate

Metrotranvia Milano Seregno
Credits: MM – Metrotranvia Milano Seregno

La nuova linea avrà un tracciato di 14,3 chilometri e 25 fermate e attraverserà otto comuni: Milano, Bresso, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Nova Milanese, Desio e Seregno fino alla stazione per i collegamenti con Saronno, Como, Carnate e Monza. I lavori consisteranno nella demolizione del dismesso obsoleto impianto tranviario, nel rifacimento integrale dell’attuale struttura di armamento e trazione elettrica e nell’installazione dell’innovativa tecnologia impiantistica e di segnalamento.

# Un nuovo deposito e 18 tram bidirezionali

Tramlink

Nel progetto è prevista anche la costruzione di un nuovo deposito tranviario Desio-Seregno, al confine fra i due comuni, e l’acquisto di 18 nuovi tram bidirezionali per il servizio tra Milano Maciachini M3-Seregno Rfi/Fnm che potranno trasportare 190 passeggeri e che viaggeranno a una velocità di 22 chilometri orari. I nuovi mezzi saranno i Tramlink della Stadler, tram di ultima generazione, di cui un primo esemplare è già approdato a Milano per essere a breve messo in servizio sulla rete cittadina. Tra le opere che verranno realizzate ci sarà anche un nuovo parcheggio di interscambio a Paderno Dugnano.

Leggi anche: Il nuovo TRAMLINK: le prime immagini del tram di nuova generazione di Milano

# Inaugurazione entro la fine del 2026

Credits MonikaP-Pixabay – Cantiere

La durata complessiva dei lavori dell’intera linea tranviaria Milano-Seregno sarà, salvo imprevisti, di 38 mesi, compresa la riqualificazione delle tratte dismesse tra cui quella di Desio con la ricostruzione integrale della viabilità con piste ciclabili, verde urbano, canali. L’inaugurazione è attesa entro la fine del 2026.

Fonte: Il Giorno 

Continua la lettura con: L’EAST GATE HUB: la RIVOLUZIONE per i TRASPORTI con la PORTA d’ACCESSO del futuro a Milano

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteIl PONTE TIBETANO più ALTO d’Europa si trova a due ore da MILANO
Articolo successivoLe 7 LOCALITA’ più CHIC delle ALPI
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.