In costruzione il GRATTACIELO ORIZZONTALE più ALTO al MONDO

Lo skybridge da record

Credits: arcdaily.com Raffle City Chongqing

E’ sempre in corso la gara mondiale al grattacielo più bello, più strano, o dal progetto più ambizioso. Sfidando ogni regola tradizionale dell’architettura e a volte anche le leggi fisiche come quella gravitazionale, i grandi architetti vogliono mostrare le loro abilità. Questa volta si tratta del grattacielo orizzontale più alto del mondo.

In costruzione il GRATTACIELO ORIZZONTALE più ALTO al MONDO

# Lanciata la sfida a Singapore

Credits: skyscrapercenter.com
Raffle City Chongqing

Chi se non i cinesi potevano immaginarsi una costruzione del genere, ma soprattutto chi se non i cinesi sarebbero riusciti a progettare un grattacielo del genere tanto da garantire la sua stabilità. Sarà realizzato a Chongqing e si chiamerà “The Crysyal” il grattacielo orizzontale che diventerà il più alto e lungo del mondo.


Come riporta webuildvalue.com si tratterà di uno skybridge che andrà a collegare 4 torri alte 250 metri; una struttura in parte molto simile al famoso hotel di Singapore il Marina Bay Sands che però unisce 3 torri di 200 metri di altezza. Il nuovo skybridge di Chongqing vuole battere ogni record: infatti sarà lungo 300 metri, profondo 30 e alto 22,5, andando ad occupare una superficie di quasi 10 mila metri quadrati.

# Raffle City Chongqing

Credits: archdaily.com
Raffle City Chongqing

Chongqing è una delle città cinesi che più sta assistendo ad una sua crescita grazie ad un aumento esponenziale degli investimenti per lo sviluppo. Il nuovo skybridge si inserirà in un progetto molto più ambizioso: la realizzazione di una nuova area chiamata Raffles City Chongqing, la cui costruzione è iniziata nel 2012 su progetto dell’architetto Moshe Safdie e che vede come obiettivo la realizzazione di 9 torri.

Safdie è lo stesso architetto del Marina Bay Sands di Singapore e dello Sky Habitat di Bishan, tutti progetti molto simili, uno più ambizioso dell’altro, e ispirati alla tradizione asiatica della vela. Le torri unite da un skybridge, infatti, vogliono ricordare nel loro insieme delle vele gonfiate dal vento.



# Una mini città

Credits: archdaily.com
Raffle City Chongqing

La costruzione del Raffles City Chongqing ha richiesto e lo sta facendo tutt’ora un investimento molto alto, ma che già dalle prime residenze abitative acquistate fa credere in un ritorno consistente. L’area sarà adibita a residence, hotel di lusso, uffici e attività commerciali.

Nello specifico nello skybridge, invece,  saranno realizzati una piscina a balzo sul vuoto, un punto panoramico, giardini prensili, bar e ristoranti. In poche parole, l’intera area diventerà una sorta di mini-città, con tutto quello che serve a portata di mano, ma tutto di qualità e super lussuoso.

*Rettifica: le torri sono 8 anziché 9 e l’area del Raffles City Chongqing è già stata aperta, ma non ancora completata, infatti sta per essere ultimata soprattutto con la sistemazione degli interni.

Continua la lettura con: Il nuovo GRATTACIELO più ALTO e più FUTURISTA d’Europa: abitare a 600 metri sopra la città

BEATRICE BARAZZETTI

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


1 COMMENTO

Comments are closed.