Il TRIANGOLO D’ORO: ci vuole una linea rapida degli aeroporti milanesi

L'area metropolitana milanese è avara di infrastrutture competitive con le altre metropoli europee: cosa servirebbe

Transrapid di Shanghai
Credits: wikipedia.org - Transrapid di Shanghai

L’aeroporto di Linate nel 2023 avrà un collegamento rapido con il centro di Milano grazie alla costruenda linea blu M4: consentirà ai passeggeri di percorrere il tratto San Babila-Linate in poco meno di 15 minuti. Ma si potrebbe fare ancora meglio prendendo esempio da altre città nel mondo.

Lo stesso discorso è replicabile per altre destinazioni e collegamenti, come quelli verso gli altri aeroporti dell’area milanese: Orio al Serio e Malpensa. Oltre a queste infrastrutture vanno previsti seri progetti per delle vere linee circolari per tutti i city-users di Milano.

COLLEGAMENTI RAPIDI: LINATE E GLI ALTRI AEROPORTI

#1 MILANO, LA CITTA’ EUROPEA CON L’AEROPORTO PIU’ VICINO AL CENTRO

Linea M4
Linea M4

E’ stato questo lo slogan pronunciato dal Sindaco Sala, ad ogni incontro pubblico in un cantiere della futura linea metropolitana M4: “Non esiste nessun’altra metropoli in Europa che consenta di collegare il centro storico con l’aeroporto cittadino in così poco tempo, solo 15 minuti da San Babila a Linate“.

La verità è che si può velocizzare ulteriormente il servizio, ad esempio istituendo corse “express” alternate a quelle tradizionali che, arrivate alla fermata San Babila provenendo da San Cristoforo, salti tutte e 6 le fermate intermedie arrivando direttamente all’aeroporto: ridurre il tragitto a 10 minuti non sarebbe così impossibile e Milano potrebbe ritoccare il suo record.

#2 – MALPENSA, UN SERVIZIO EXPRESS DECISAMENTE LENTO

Fermate del Malpensa Express
Credits: https://www.milanomalpensa-airport.com- Fermate del Malpensa Express

Da Milano a Malpensa esisterebbe già un servizio express ferroviario che impiega però, salvo imprevisti, 45 minuti dalla stazione di Cadorna con 3 fermate intermedie o 58 minuti dalla stazione Centrale con 7 fermate intermedie.

Occorrerebbe quindi ripensare il servizio ferroviario, sulla falsa riga di quello che succede a Londra, eliminando le stazioni intermedie nella direttrice Cadorna-Maplensa e mantenendo esclusivamente la fermata Porta Garibaldi FS nella direttrice Centrale-Malpensa, dimezzando i tempi di percorrenza e creando quindi un vero collegamento metropolitano con l’aeroporto internazionale di Milano.

#3 – ORIO AL SERIO, DA MILANO ESISTONO SOLO NAVETTE

Treno per Orio al Serio sarà come il Malpensa Express
Credits: malpensa24.it – Treno per Orio al Serio sarà come il Malpensa Express

Il viaggiatore che predilige voli low-cost e scelga quindi l’aerooporto Caravaggio di Orio al Serio per raggiungere la sua meta ha una sola possibilità senza usare l’automobile: è costretto a prendere una navetta, un servizio di pulmann privato che copre la distanza Milano-Aereoporto in più di 50 minuti.

Nel prossimo futuro è prevista la realizzazione del collegamento ferroviario tra Bergamo e il Caravaggio, permettendo chi arriva da Milano di proseguire dopo Bergamo direzione aeroporto, ma che se aprirà nel 2023 consentirà il viaggio in non meno di un’ora.

Cena di gala? Referendum? Adesione all'associazione? Scuola di psicologia politica? Clicca per partecipare al grande sogno di Milano
Cena di gala? Referendum? Adesione all’associazione? Scuola di psicologia politica? Clicca per partecipare al grande sogno di Milano

Osando si potrebbe creare un’infrastruttura dedicata, in parte sotterranea e/o anche in sopraelevata, che colleghi direttamente senza stop intermedi Milano con Orio al Serio, in modo tale da arrivare a destinazione in meno di mezz’ora.

L’area di Milano non può permettersi di avere i suoi due aeroporti internazionali, dove atterrano più di 30 milioni di passeggeri, a non meno di un’ora di viaggio con il trasporto pubblico, al netto di imprevisti più o meno gravi.

#4 – IL TRIANGOLO D’ORO: LA LINEA DEGLI AEROPORTI

Transrapid di Shanghai
Credits: wikipedia.org – Transrapid di Shanghai

Sistemati i collegamenti veloci tra Milano e i suoi tre aeroporti sarebbe logico metterli in rete, con sistemi ad altissima velocità come il servizio Transrapid di Shanghai che unisce la città cinese al suo aeroporto in poco più di 7 minuti o il futuro Hyperloop basato sempre sulla tecnologia a lievitazione magnetica che impiegherebbe lo stesso tempo per raggiungere Milano da Torino.

Questa rete diventerebbe una sorta di “triangolo degli aeroporti milanesi”, che permetterebbe in tempi rapidissimi di passare da un aeroporto all’altro e da questi raggiungere rapidamente la città.

I COLLEGAMENTI CIRCOLARI

#5 LA CIRCLE LINE INTERNA

Mappa metropolitana con ipotesi di chiusura circle line
Mappa metropolitana con ipotesi di chiusura circle line

La circle line fuori dalla cerchia interna e all’interno del percorso delle tangenziali, dovrebbe vedere luce nei prossimi anni, anche se sarà un semicerchio e non avrà una frequenza tale da potersi definire metropolitana pur avendo treni dedicati, visto che utilizzerà il rilevato ferroviario della linea S9.

La soluzione ideale sarebbe, non potendo aggiungere dei binari alla linea e neppure poterla utilizzare per il servizio metropolitano, realizzare una linea metropolitana ex-novo che compia un reale percorso circolare servendo quindi anche l’area ovest di Milano.

#6 LE CIRCLE LINE ESTERNE

Le linee circolari non devono rimanere a servizio della città o dei primi pendolari ma devono servire tutta l’area metropolitana milanese, andando ad intercettare anche le linee per gli aeroporti.

Si potrebbero ipotizzare due circle line esterne:

  • una a ricalcare il percorso delle tangenziali interne est, ovest e nord
  • un’altra a replicare il percorso delle tangenziali esterne quali: TEEM, il tracciato pensato per la TOEM fino all’aeroporto di Malpensa, congiungedosi infine all’areoporto di Orio al Serio.

Milano deve diventare l’area metropolitana più connessa d’Europa e servire rapidamente ed efficacemente il suo bacino di 7,4 milioni di persone e gli oltre 20 milioni di cittadini del Nord Italia.

FABIO MARCOMIN

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo     #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul#Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong           #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

Come In Un Bosco