Il nuovo LAGO di MILANO

Uno specchio di acque trasparenti alimentato dal canale Villoresi, un piccolo bosco, arbusti, prati, rondini, anatre e anfibi. Si tratta del nuovo lago di Milano, un’oasi dove passare i pomeriggi all'insegna della natura.

Lago Fossone

Uno specchio di acque trasparenti alimentato dal canale Villoresi, un piccolo bosco, arbusti, prati, rondini, anatre e anfibi. Si tratta del nuovo lago di Milano, un’oasi dove passare i pomeriggi all’insegna della natura.

Il nuovo LAGO di MILANO

# Il nome, Lago Fossone, in ricordo dell’antico fontanile della zona

In via Novara, poco dopo lo Stadio di San Siro, all’incrocio con via Caldera. È nato proprio qui il nuovo lago di Milano, un bacino d’acqua di circa 8 mila metri voluto da Italia Nostra e Comune.


E’ stato chiamato Lago Fossone. Prende il nome da uno degli antichi fontanili che occupavano questi terreni quando ancora erano parte della zona rurale extra-urbana. In particolare, il riferimento è al fontanile Fossone, chiamato così perché nasce da una depressione del terreno che è stata sfruttata per farne un nuovo bacino d’acqua, un laghetto dove negli anni Cinquanta i milanesi si recavano per fare il bagno.

I fontanili si erano poi, però, prosciugati. Ricomparsi negli anni Novanta, scomparvero ancora a seguito delle opere di canalizzazione sotterranea. Solo oggi, con la creazione del Lago Fossone, si dà nuova vita ad una parte di territorio propria della tradizione della città. Si ricostruisce, cioè, quell’ambiente ricco di flora e fauna acquatica che un tempo era generato dal periodico allagamento dell’area.

# La natura torna in città

La sua collocazione, all’incrocio di percorsi e strade trafficate, esprime con forme nuove il tema della natura che torna in città. Il progetto, infatti, è stato realizzato secondo i criteri di forestazione urbana, piantando siepi, piccoli boschi, realizzando una zona umida, prati per conciliare natura, paesaggio e fruibilità.



# In stretta connessione con Boscoincittà e Parco delle Cave

Lago Fossone è un altro importante tassello che si unisce allo sviluppo verde della città e in particolare si pone in stretta connessione con i vicini parchi urbani di Boscoincittà e Parco delle Cave. L’idea è di dare sempre più vita ai luoghi verdi della città, prendendo le distanze dalla “moda” del verticale, degli skyline, e rimanendo orizzontali. “La nostra è una sfida diversa, rimaniamo orizzontali, al piano strada, ma crediamo che l’effetto sorpresa sia altrettanto forte“, dichiara Luisa Toeschi, presidente Italia Nostra Milano Nord.

LETIZIA DEHO’ 

LA SCUOLA POLITICA DI MILANO CITTA’ STATO (Clicca per informazioni)

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Pubblicato da Milano Città Stato su Martedì 2 giugno 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

2 COMMENTI

  1. Lago? Laghetto o anche pozza di scarsa profondità ed estensione.
    Non esageriamo.
    Allora l’Idroscalo è un Oceano?

  2. ??? Lago????? Ma nooo!!!! Neanche con tanta fantasia.Ma come si può attribuire il nome di lago. È una pozza.Non è neanche una cava!!! Leggendo l’articolo mi aspettavo chissà cosa…….
    SOno sempre dell’idea che le cose o si fanno bene o nn si fanno. Per ora è poco più di una pozza d acqua che a breve si riempirà di alghe e schifezze. Cmque ,al momento, Le zanzare ringraziano. Spero tanto di sbagliarmi per il futuro. È un inizio, si può sicuramente migliorare. Forza!

Comments are closed.