🛑 BOOM di NUOVI CONTAGI in Inghilterra: Freedom Day RINVIATO di un mese

Nuove infezioni e ricoveri in crescita di oltre il 40% in pochi giorni nonostante oltre il 60% delle popolazione abbia ricevuto almeno una dose di vaccino. Il primo ministro ha preso una dura decisione

Credits: dailymail - Curva contagi UK

La campagna vaccinale procede spedita nel Regno Unito, la più avanti tra i grandi Paesi a livello mondiale, oltre il 60% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino. La variante indiana ha però stravolto i piani di totale cancellazione delle restrizioni ancora in vigore, con nuove infezioni e ricoveri in crescita di oltre il 40%, passato in poco più di una settimana dal migliaio agli oltre 8.000 nuovi contagi giornalieri. Vediamo come sta evolvendo la situazione che preoccupa anche il nostro Paese. 

BOOM di NUOVI CONTAGI in Inghilterra: Freedom Day RINVIATO di un mese

# A causa della variante indiana (delta) la cancellazione delle restrizioni è stata posticipata dal 21 giugno al 19 luglio


Boris Johnson ha comunicato ai britannici che dovranno pazientare a riacquisire tutte le libertà pre-lockdown. Il primo ministro ha confermato che il Freedom Day del 21 giugno è stato posticipato al 19 luglio a causa di un forte aumento dei casi della variante indiana. Ignorando le proteste dei parlamentari conservatori e le preoccupazioni del settore ricettivo e dello spettacolo, Johnson è convinto che l’abolizione di tutte le restrizioni ora potrebbe alimentare l’ondata e quindi i cittadini devono attendere per evitare di tornare di nuovo a una situazione di duro lockdown. 

# La media settimanale dei contagi è schizzata del 40%, con un picco di oltre 8.000 casi, così come quella dei ricoveri. I decessi sono arrivati in doppia cifra

Credits: dailymail – Curva contagi UK

Il premier Johnson ha dichiarato: “Stiamo vedendo alcune cose preoccupanti nei dati, chiaramente. Stiamo vedendo la variante Delta (indiana) causare un aumento dei casi, stiamo assistendo a un aumento dei ricoveri“. Circa il 90% delle nuove infezioni sono ora la variante indiana e i casi raddoppiano ogni nove giorni.

Credits dailymail – Crescita ricoveri Uk

Come riporta il DailyMail i casi di Covid hanno continuato ad aumentare di oltre un terzo rispetto alla scorsa settimana a 7.738, la seconda cifra giornaliera più alta da febbraio dopo aver superato gli 8.000 di venerdì 11 giugno, con una media a 7 giorni di 7.490. Anthony Costello dell’University College di Londra, ha però affermato che il vero numero di infezioni giornaliere è probabilmente più del doppio di quelle registrate nei test. Anche i ricoveri sono tornati a salire, in crescita sempre del 40% rispetto alla settimana precedente, e i morti a 18, dopo il record di zero di qualche giorno fa.



# La campagna vaccinale prosegue senza sosta: il 44% della popolazione ha ricevuto la seconda dose, il 62% almeno una

Credits: dailymail – Campagna vaccinale

La crescita impetuosa dei contagi avviene nonostante il Regno Unito sia tra le Nazioni più grandi quella più avanti con il piano vaccinale. Infatti il 44% della popolazione ha ricevuto già entrambe le dosi di vaccino, oltre il 62% almeno una. La variante indiana si sta quindi dimostrando resistente ai vaccini. Dall’inizio di febbraio al 7 giugno, ci sono stati 33.206 casi di variante indiana in Inghilterra e nel 22,6% dei casi si tratta di persone che hanno ricevuto almeno un’iniezione.

Continua la lettura con: Lo studio di Cambridge: “Chi ha più PAURA del Covid è più CRITICO contro gli ALTRI”

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.