🛑 M4: NUOVO RINVIO. Da gennaio a (forse) aprile

Ormai prossima all'inaugurazione delle prime 3 fermate da Linate a Forlanini Fs, la quinta linea metropolitana di Milano dovrà attendere ancora prima di aprire. Ecco la situazione aggiornata

Credits: primalamartesana.it - Metro M4

M4: l’inaugurazione del primo tratto era fissata per la fine di questo gennaio. Ma per percorrere le prime tre fermate da Linate a Forlanini Fs, si dovrà attendere ancora. Ecco la situazione aggiornata.

🛑 M4: NUOVO RINVIO. Da gennaio a (forse) aprile

# La tratta di 3 fermate Linate-Forlanini Fs prevista per Expo 2015 non aprirà a fine gennaio

Credits: Urbanfile – M4 Linate – Forlanini Fs

La storia infinita: la linea M4 dovrà attendere ancora per vedere inaugurata la prima tratta di 3 fermate, tra Linate e Forlanini Fs, che avrebbe dovuto aprire addirittura entro l’Expo 2015. Purtroppo la data del 31 gennaio non potrà essere rispettata, a causa dei ritardi sui lavori ufficialmente dovuti alla pandemia, e sono previsti almeno 3 mesi di ritardo sulla tabella di marcia. 


Il nuovo cronoprogramma vede Aprile come mese fissato per l’apertura e nel frattempo Atm ha preso in carico la tratta ed ha iniziato il pre-esercizio, cioè il collaudo di convogli, strutture e impianti, che per legge dura due mesi al termine dei quali i convogli dei treni potranno iniziare le corse. Ma l’Assessore Granelli ne mette in dubbio la sostenibilità economica: “Il costo di esercizio delle tre stazioni M4 che collegheranno lo scalo cittadino al passante ferroviario è di 650mila euro al mese: bisognerà valutare se in primavera avrà senso mettere in esercizio una mini-linea che rischia di servire un aeroporto ancora deserto.

Leggi anche: La nuova STAZIONE di LINATE: M4 vicina al DECOLLO (fotogallery)

Credits: Urbanfile – Ritrovamento muro romano nella stazione De Amicis

Per il resto della linea al momento è confermata l’apertura delle stazioni sino a a Dateo per la fine dell’anno prossimo, e per l’inizio del 2023 fino a San Babila, con uno slittamento anche in questo caso di circa tre mesi. Sul lato ovest della linea invece ci sono meno certezze, complice il ritrovamento del Muro romano alla stazione De Amicis che sarà spostato nel parco Archeologico dell’Anfiteatro Romano e che ha comportato il prolungamento degli scavi.



Leggi anche: Perché è stata costruita l’M5 PRIMA dell’M4?

Fonte articolo: Urbanfile

# Non è l’unico ritardo, la M1 è già da record con oltre 9 anni di lavori per meno di 2 km

Credits: Urbanfile – Vista area Cantiere Restellone

La M4 non è l’unica linea metropolitana di Milano ad essere indietro sui tempi. La linea M1 con il prolungamento di poco più di 1,5 km a nord oltre la stazione di Sesto San Giovanni F.S., con le future stazioni Restellone e Monza Bettola, ha il cantiere aperto da oltre 9 anni, un vero record.

Credits: Urbanfile – Prolungamento Monza Bettola

Anche questa tratta avrebbe dovuto aprire entro l’Expo 2015, ma dopo numerose vicissitudini quali il fallimento delle aziende appaltanti, l’insufficienza di fondi, gli intoppi burocratici e in ultimo l’arrivo del Covid con lo stop ai lavori, l’opera attende ancora di essere conclusa. I lavori dovrebbero riprendere la prossima settimana e terminare entro il 2023.

Un altro ritardo considerevole si era avuto con la diramazione della linea M2 di 4,6 km da Famagosta ad Assago Milanofiori Forum, comprendente la stazione intermedia di Assago Milanofiori Nord: nonostante la tratta interamente in superficie a fianco dell’autostrada per Genova ci sono voluti 7 anni per portarla a termine.

Continua la lettura: 9 ANNI per un CHILOMETRO E MEZZO: il TRISTE PRIMATO della M1

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.