Paradiso e Inferno in UN ANNO di Trenord

0
103
trenord

Trenord ha chiuso il 2017 con 10,5 milioni di euro di ricavi netti (+14% sul 2016) e addirittura un +6% di crescita nel numero di passeggeri trasportati rispetto all’annus mirabilis di EXPO.

Il 2017 è stato un anno record anche per il numero di treni circolati (per un totale di 756.274), con un ritardo medio ponderato per passeggero sceso da 4,1 a 3,7 minuti, con le soppressioni in calo del 5%.

Eppure, la realtà percepita del servizio offerto dalla società non è certo così florida. Ritardi, disagi e disguidi fanno parte dell’esperienza di tutti noi su Trenord.

Come fosse una tragedia greca atta alla catarsi di tutti noi, uno studente di lettere alla Statale di Milano, Lorenzo Ziliani, ha montato in un unico video tutto il trascorso del suo ultimo anno a percorrere la tratta Cremona-Milano, e il risultato è stato, appunto, tragicomico. Per usare un eufemismo.

 

“Amici, a voi il riassunto del mio primo anno da pendolare”, la tagline del reportage
 

La sua linea, a inizio anno, è stata inserita da Legambiente tra le peggiori della Lombardia. Con cancellazioni, rallentamenti, malori, junk food abbandonato tra i sedili, temperature infernali o polari d’estate (per assenza o eccesso di aria condizionata) e il gelo d’inverno, a Lorenzo non è mancato proprio nulla.

Persino, racconta lui, «quella volta in cui ci hanno fatti scendere dal treno, con zaini e bagagli, e ci hanno fatto attraversare i binari, in barba alle regole della sicurezza».

La chiosa finale, almeno, ci lascia aperta una speranza: perché, da Saramago a Barthes fino a David Foster Wallace, il nostro eroe è riuscito ad approfittare di tutte queste lungaggini per leggersi una montagna di libri.

E voi, da che parte state? Siete più vicini ai freddi numeri o alla realtà raccontata da questo reportage? Ditecelo nei commenti!

 

HARI DE MIRANDA

 

Leggi anche:
* 10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
* Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
* Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
* Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
* “Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)