TERZA DOSE? I dubbi degli italiani: 6 su 10 per l’estensione e nella FASCIA più PRODUTTIVA (35-54) SOLO 1 su 2 è a favore

"Lei è favorevole o contrario alla terza dose di vaccino per tutti?". Ecco l'esito del sondaggio di Emg-Different/Adnkronos

Credits fondazioneveronesi - Vaccino

4 italiani su 10 non sono convinti sull’estensione della terza dose a tutti i cittadini vaccinabili. Ecco l’esito del sondaggio di Emg-Different/Adnkronos.

TERZA DOSE? I dubbi degli italiani: 6 su 10 per l’estensione e nella FASCIA più PRODUTTIVA (35-54) SOLO 1 su 2 è a favore

# I dubbi degli italiani sulla terza dose

Credits fondazioneveronesi – Vaccino

Secondo un sondaggio di Emg-Different/Adnkronos, in cui sono state coinvolte 1588 persone, sono molti gli italiani dubbiosi sulla terza dose di vaccino contro il Covid-19. Alla domanda ‘lei è favorevole o contrario alla terza dose di vaccino per tutti?‘, il 28% si è detto contrario, il 61% degli intervistati si è detto favorevole, mentre l’11% preferisce non rispondere. Circa 4 cittadini su 10 esprimono dubbi su estendere la terza dose a tutte le persone ritenute vaccinabili.


# Nella fascia più produttiva, tra 35 e 54 anni, la divisione tra i cittadini è ancora più marcata

corteo no green pass milano

Se la distribuzione delle risposte non differisce in base al genere rispetto all’esito generale del sondaggio, questa cambia sensibilmente prendendo come parametro le fasce d’età. In quelle più giovani la divisione degli italiani su questo tema è molto più marcata. Emerge infatti che la quota del campione intervistato, che si è dimostrato contrario all’obbligo di terza dose, sale al 48% nella fascia più produttiva del Paese tra i 35 e i 54 anni, passa al 42% nella fascia 18-34, mentre crolla al 28% solo nella fascia over 55. 

A livello geografico Sud e Nord-Est mostrano il maggior numero di diffidenti, mentre al centro si concentrano quelli più favorevoli. 

Fonte: Adnkronos



Continua la lettura con: GREEN PASS di Hitler e Topolino: la REALTÀ potrebbe essere PEGGIORE di quella che pensi

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteIl moto ondulatorio del pensiero ipnotico
Articolo successivoRischiamo di prenderlo nel Cooling
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.