Le STRISCE PEDONALI diventano opere d’arte: un’idea per Milano?

Una città italiana trasforma le sue strisce pedonali in opere d'arte

Credits: @Quotidianomolise.it Strisce pedonali Campobasso

La street art è diventata un’ottima strategia di valorizzazione. Molte città italiane, come la stessa Milano o recentemente Brescia, hanno puntato su opere di arte urbana per riqualificare quartieri, centri storici e periferie. Stencil, graffiti, murales e installazioni sono ormai all’ordine del giorno, un semplice giro in città e hai visto almeno uno di questi. Forse però non hai ancora ammirato delle strisce pedonali che diventano opere d’arte. In giro per il mondo far diventare gli attraversamenti pedonali opere d’arte non è poi così tanto una novità: in India erano state create delle strisce in 3D per evitare il problema degli incidenti, l’artista francese OakOak ha dipinto alcuni degli attraversamenti in Belgio e in altri paesi e Madrid ci aveva stupiti con una street art interessante. Oggi è una città italiana che ha trasformato le sue strisce pedonali in opere di street art.

Le STRISCE PEDONALI diventano opere d’arte: un’idea per Milano?

# Una street art educativa

Credits: @Quotidianomolise.it
Strisce pedonali Campobasso

Il progetto di street art dal nome “Attraverso il colore”, volto alla valorizzazione delle strisce pedonali della città di Campobasso, oltre all’impatto visivo proprio dell’arte, ha un ruolo educativo. Gli attraversamenti dipinti nei pressi delle scuole hanno l’obiettivo di sensibilizzare gli automobilisti alla sicurezza stradale, nonché quello di attrarre i bambini e quindi spingerli ad usare la segnaletica orizzontale. Il progetto nasce dalla volontà di tre artiste dell’Associazione Malatesta di rendere le strisce pedonali belle, creative e soprattutto sicure. Dagli stili pittorici diversi, le quattro opere hanno una certa continuità e vogliono comunicare quattro temi fondamentali. L’accoglienza è rappresentata dalla volpe, una delle protagoniste di molte favole per bambini; la musica è invece simbolo dell’armonia, con le due musiciste (da una parte e dell’altra delle strisce) che suonano i loro strumenti. Gli altri due temi sono invece la leggerezza, narrata dalla natura dipinta sulla strada, e la vivacità, rappresentata invece dalla geometria e dai colori.


# Una proposta per Milano?

Credits: milanopost.info
Milano piazza Minniti Minniti e Via Garigliano all’Isola

È già stato detto che la street art è perfetta per la riqualificazione della città e Milano se ne è sicuramente accorta. Il quartiere Ortica arricchito dai bei murales e porta Garibaldi ne sono degli esempi. Tuttavia, la scelta di Campobasso di rendere la strada la tela dei suoi artisti e intervenire sulle strisce pedonali può essere da esempio. Troppo spesso si sente parlare di incidenti dovuti ad un non rispetto della precedenza dei pedoni sulle strisce da parte degli automobilisti, o agli stessi pedoni che pensano sia troppo faticoso raggiungere la segnaletica orizzontale e attraversano la strada non sulle strisce. La città di Milano, quindi, potrebbe iniziare a pensare ad un progetto sulla falsa riga del capoluogo del Molise e delle altre città europee, soprattutto dopo il via ai lavori della così detta “Urbanistica Tattica“, che ha portato ad un intervento tra piazza Minniti e Via Garigliano all’Isola (nell’ottobre del 2020) poco comprensibile, sembra quasi un quadro di Pual Klee.

Fonti: siviaggia.it

Continua la lettura con: 38 MURALES nel VILLAGGIO dei FIORI: così MILANO cambierà volto per le OLIMPIADI

BEATRICE BARAZZETTI



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.