Il trend della prossima ESTATE: le ISOLE Covid Free

Le isole italiane chiedono misure per rispondere alla concorrenza di Spagna e Grecia. Ma cosa significa isola Covid free?

Credits: @sardegna_official_ Alghero

La Grecia sta vaccinando gli abitanti delle isole a partire dalle 40 più piccole e arrivando a quelle più importanti come Santorini, Mykonos e Corfù. Ma non è l’unica. In Spagna le Baleari saranno le prime a testare il passaporto vaccinale UE e le Azzorre hanno già vaccinato l’85% dei propri abitanti. Le isole sono viste come possibilità di controllare l’andamento del Covid e sfruttare l’isolamento per arginarlo. Sono sempre state anche mete turistiche e si è pensato, quindi, di attuare piani che le portassero ad essere Covid free entro l’estate. In tutto ciò, l’Italia come sta agendo?

Il trend della prossima ESTATE: le ISOLE Covid Free

# Le isole italiane chiedono una campagna vaccinale di massa

L’Italia vorrebbe stare al passo delle isole degli altri paesi, ma per ora non sembra lo stia facendo. L’Ancim (associazione nazionale comuni isole minori), insieme a Feralberghi, ha richiesto al governo Draghi una campagna vaccinale di massa per le isole minori italiane; sarebbero 35 comuni e 240mila abitanti. C’è comunque da chiedersi se sia veramente corretto vaccinare gli abitanti di intere isole, quando ci sono ancora persone ultraottantenni che non hanno ricevuto la loro dose. Tuttavia, sarebbe un’ottima opportunità per andare in vacanza in totale sicurezza.


# La zona bianca della Sardegna è stato un ottimo test

Credits: shmag.it
Sardegna zona bianca

Nonostante non ci sia stato il passaggio della zona gialla e sia finita direttamente in quella arancione, la Sardegna è riuscita a stare 3 settimane in zona bianca. Le regole erano ben poche, rispetto alle restrizioni che hanno tutte le altre regioni: obbligo di mascherina, distanziamento e divieto di organizzazione di eventi che avrebbero portato ad assembramenti. Per entrare nell’isola bisognava essere o vaccinati o certificare la negatività al tampone molecolare. Si è trattato sicuramente di un ritorno alla “normalità” per gli abitanti, ma allo stesso tempo è stata la prova che la situazione Covid su un’isola è più facile da controllare.

La Sardegna, inoltre, anche quest’anno è sotto il mirino dei turisti, soprattutto italiani. È infatti centrale nella programmazione del turismo: sono stati potenziati i trasporti, aumentate le tratte e molte compagnie aeree stanno già puntando sull’isola, in quanto destinazione. Anche la Sicilia si sta preparando ad affrontare un’estate turistica, offrendo ad esempio tamponi gratis a chi entra dal porto di Messina.

# Come funzionerebbe un’isola Covid free?

Credits: vistanet.it
mare di Cagliari

Il pensiero di poter fare una vacanza lontana dallo stress e dalla pandemia sarebbe un sogno. Dopo un anno di attenzione alle norme, si aspetta solo l’estate. Anche se si tratta di un’estate ancora incerta, molti, o quasi tutti, sperano in mesi caldi e liberi come quelli dell’anno scorso, se non meglio.



Un’isola Covid free potrebbe essere la soluzione perfetta: bar e ristoranti che finalmente accolgono i clienti a tutti gli orari, non c’è coprifuoco e le mascherine non sono obbligatorie all’aperto.

Fonti: lagenziadiviaggi.it

Continua la lettura con: 10 VIAGGI post Covid che ci CAMBIERANNO LA VITA

BEATRICE BARAZZETTI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.