Napoleone era innamorato di Milano: in pochi anni fece costruire queste GRANDI OPERE

Napoleone in Duomo

Napoleone venne più volte a Milano, ma non mise mai piede a Roma. Già questo ce lo rende simpatico. Napoleone era molto attratto da Milano, così come altri suoi illustri connazionali, come Stendhal o Francesco I.

La rese capitale del Regno d’Italia e nel suo breve dominio le regalò numerose opere, tra cui ricordiamo:

– la costruzione del Naviglio Pavese
– la strada del Sempione (che puntava verso la Francia)
– la terza ala della Ca’ Granda, quella situata verso via Laghetto, con linee esterne neoclassiche, ispirata al progetto del Filerete
– archi di Porta Ticinese, di Porta Nuova e l’Arco del Sempione
– l’Arena
– il palazzo Rocca Saporiti
– il progetto di Foro Bonaparte

Tra le diverse innovazioni Napoleone rese anche La Scala accessibile a tutti i cittadini (prima era riservata agli aristocratici).

I milanesi nutrirono grande simpatia per l’imperatore. In primo luogo perchè li aveva liberati dagli Asburgo e poi perchè Milano era la capitale dell’illuminismo italiano e si identificava negli ideali della rivoluzione incarnati da Napoleone.

MILANO CITTA’ STATO

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

 
#VotoMilano