🛑 Il mistero del CAPRONE GIGANTE in Gae Aulenti

La statua di una capra dalle dimensioni colossali è apparsa misteriosamente a Milano, tra lo stupore di passanti e curiosi

Credits: milano.corriere.it

L’installazione in legno, per fattezze e dimensioni, ricorda il leggendario Cavallo di Troia narrato nei poemi omerici. Eppure, qui parliamo di una capra ed è necessario osservare bene per indovinare quale sia il suo significato.

Il mistero del CAPRONE GIGANTE in Gae Aulenti

# Una campagna avvolta nel mistero

Credits: asknews.it

L’arrivo della statua in piazza Gae Aulenti, in realtà, non è stata totalmente una sorpresa. Nei giorni precedenti, in alcuni dei luoghi più importanti di Milano come i Navigli o nei pressi del Duomo, sono iniziati ad apparire i primi indizi. Tra questi, alcune impronte di zoccoli giganti sui marciapiedi e altre dediche dalle fattezze caprine sui cartelli stradali. Si ritiene che, dietro tutto questo, ci sia qualche azienda pronta a lanciare una campagna marketing fuori dal comune. Tuttavia, niente è ancora certo e solo una volta arrivati nei pressi della statua in legno si può iniziare a comprendere il suo scopo.


# La nuova attrazione di Gae Aulenti

Credits: rassegnastampa.news

Giunti al suo cospetto, ci si può rendere conto dell’imponenza del nuovo arrivato. La statua è alta ben 14,05 metri e larga 12 metri, posizionata accanto al padiglione di IBM. La prima cosa che salta all’occhio è la scritta su un fianco: “C’è un _____ dentro”, con uno spazio vuoto che sembra invitare i presenti a indovinare cosa contenga davvero. Un cartello riguardante le informazioni per la privacy riporta che l’opera è stata commissionata da Birra Peroni. Probabilmente sarà necessario attendere ancora qualche giorno prima che il segreto venga completamente svelato. Nel frattempo, tutti i curiosi possono ammirare e immortalare una installazione a dir poco inusuale, utile anche solo a distrarsi e strappare un sorriso nel tran tran quotidiano.

Fonte: asknews.it

Continua a leggere con: Il mistero irrisolto della FONTANA ASCIUTTA di PIAZZA GRAMSCI

MATTEO GUARDABASSI



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.