Forse non sapevi che… perché RHO si SCRIVE COSÌ?

Perchè questo nome strano? E con un'acca in mezzo?

Credits tittybellopede1 IG - Rho

Perchè questo nome strano? E con un’acca in mezzo? L’origine del nome Rho è alquanto controversa e sono numerose le ipotesi al vaglio. Ecco quelle più probabili.

Forse non sapevi che… perché RHO si SCRIVE COSÌ?

# Le ipotesi più accreditate del nome del comune milanese: influenza germanica o greca

Comune di Rho

Prima di avere l’attuale denominazione il comune del nord-ovest milanese ha avuto forme diverse. Il primo documento in cui si parla di Rho, come Vico Raudo, risale all’anno 846 e identificava un gruppo di abitazioni circondate da terre coltivate, mentre in altri testi il borgo era citato come altri nomi: Rhode, Rhodo, Rode, Rodo, Raude, Raudo, Rhaudum. Riguardo nello specifico la lettera “h” in Rho alcuni studi lo collegano a un cultismo, probabilmente per influsso di Rhodos, ‘Rodi’, per altri potrebbe essere una traccia  dell’originaria h iniziale se derivasse da un nome personale germanico come Rodo, “Hrothi” o “Hrodhi”.


Credits wikipedia.org – Rho-Gonfalone

Un’altra ipotesi fa derivare il nome da “ruota”, come testimonia lo stemma che vede una ruota dorata al centro di uno scudo rosso. 

# L’ufficializzazione del nome è avvenuta solo nel 1932: l’acca per distinguerla dal Ro ferrarese

Credits tittybellopede1 IG – Rho

L’ufficializzazione dell’attuale denominazione Rho con la lettera in mezzo al nome fu definita solo nel 1932 per distinguerla da un’omonima località in provincia di Ferrara, che ha appunto il nome di “Ro” e che fino al 2019 è stato comune prima di essere fuso con il comune di Berra nel nuovo comune di Riva del Po.

 



Continua la lettura con: Il nuovo PROGETTO per portare PIÙ VERDE A MILANO: il primo QUARTIERE coinvolto

FABIO MARCOMIN

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Leggi anche: Gianluigi Paragone rischia di essere il vincitore delle elezioni

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteL’ipnosi di massa per impedirci il sogno più grande
Articolo successivoPalazzi e dimore di LUSSO a Nizza e dintorni
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.