🛑 Nel centro di Milano compare un’OASI URBANA

L’iniziativa è visibile dal 21 al 30 settembre

credits: lagazzettadimilano

Milano sceglie il verde per sfidare l’inquinamento urbano e il cambiamento climatico e lo fa realizzando una oasi di piante, fiori e arbusti in una delle sue piazze principali.

Scopriamo dove si trova e come nasce questo progetto


🛑 Nel centro di Milano compare un’OASI URBANA

# Milano si RINATURALIZZA

credis yahoo finanza

L’opera verde di circa 25 metri quadrati si trova in Piazza Cordusio, la prima tappa del progetto di rinaturalizzazione dell’area urbana in maniera temporanea.  Quella di Milano è solo una piccola parte di un progetto più ampio, chiamato “Oasi Urbane”, in cui si prevede la piantumazione di un totale di 10.000 piante in 10 capoluoghi italiani. Al lavoro saranno centinaia di giovani, soci, volontari, dipendenti, attivisti di tutte le principali cooperative di consumatori in Italia.

“L’evento – organizzato con i partner AzzeroCo2 e PlanBee – si presenta come collaterale alla Pre-Cop26 delle Nazioni unite. Quattro giorni di incontri milanesi, durante i quali i rappresentanti di quaranta nazioni cercheranno di mettere le basi per accordi internazionali sulla riduzione dell’emissioni climalteranti.”

# L’obiettivo è RIQUALIFICARE il Parco di Rogoredo e Casa Chiaravall

credits: @milano_pictures su IG

L’iniziativa si propone di restituire un po’ di verde alle città, riqualificare due aree degradate e allo stesso tempo sensibilizzare i cittadini sui danni provocanti dall’inquinamento urbano e sul cambiamento climatico. 150 giovani volontari si impegneranno nella piantumazione di 1.000 arbusti per ridare vita al parco di Rogoredo, un bene confiscato dalla criminalità, e Casa Chiaravalle. Gli alberi piantati forniranno un prezioso aiuto per assorbire i gas serra e rendendo più vivibile la città nelle ondate di calore estivo o dalle bombe d’acqua.



# Il ricavato verrà destinato al sostegno dell’AMBIENTE

credits: ilsussidiario.net

L’installazione è composta da cassoni di legno che servono come contenitori di terra per le piante. Dopo i 10 giorni d’installazione, “saranno portati nello spazio gestito da Opera in Fiore (la coop che ha realizzato il progetto, ndr) per essere riutilizzati per attività di orticoltura comunitaria e di riforestazione urbana coinvolgendo i cittadini del quartiere”. Le città coinvolte saranno oltre Milano, anche Piacenza, Genova, Torino, Ancona, Perugia, Livorno, Firenze, Roma e Bari ed essendo finanziato dalla campagna “Green Weeks Coop”, sarà applicabile uno sconto del 25% su prodotti coop e grandi marche, di cui il 5% verrà destinato al sostegno dell’ambiente.

Continua a leggere con: Milano tra le prime al mondo nell’INQUINAMENTO dell’ARIA. Le nostre 10 proposte per tornare a RESPIRARE

SELENE MANGIAROTTI

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Leggi anche: Che cosa resterà della politica dopo Draghi

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.