L’aperitivo si aggiudica una giornata mondiale: ecco il WORLD APERITIVO DAY

Ai nastri di partenza. E non poteva che essere qui

Credits: zenomag.com

L’aperitivo. Non solo icona della milanesità, ma anche un business che si assesta su un gigantesco volume d’affari, ottiene la sua giornata mondiale.
Occhio alle agende, perché sta per arrivare

L’aperitivo si aggiudica una giornata mondiale: ecco il WORLD APERITIVO DAY

# La presentazione nella città simbolo dell’aperitivo

Credits: navigli-aperitivo.com

Nasce il World Aperitivo Day, la prima giornata internazionale incentrata su una delle icone italiane. Da un’idea di MWW Group, gruppo di comunicazione che realizza format per valorizzare le eccellenze del comparto agro alimentare, insieme ad Aperitivo Association, l’appuntamento per il World Aperitivo Day è fissato per giovedì 26 maggio.


Tutti invitati a condividere il proprio concetto di aperitivo, grazie anche alla campagna social e all’hashtag #worldaperitivoday, non per trarne una sintesi ma per mettere in risalto le tante interpretazioni che ognuno riesce ad affidare a questo momento della giornata.
La presentazione è avvenuta ieri a Milano, nella città che anche all’estero è considerata la migliore in Italia per la tradizione dell’aperitivo. Sarà un punto di ripartenza post pandemia?

Leggi anche: FINGER FOOD, il must di ogni aperitivo: come si dice in milanese?

# Un rito da miliardi che nemmeno il lockdown è riuscito a fermare

Credits: silverrbgstudio via Pixabay

Secondo Federico Gordini, presidente di MWW Group, l’aperitivo solo nel 2019 ha mosso 4,5 miliardi di Euro. Un volume impressionante, che in Italia è legato a filo continuo con uno dei beni più importanti del paese, il food.
Sebbene le restrizioni degli ultimi due anni abbiano ridotto notevolmente il volume di affari, nemmeno il lockdown è riuscito ad azzerare questo rito. Locali e bar hanno iniziato ad offrire i loro cocktail migliori da asporto. Magari in confezioni poco eleganti, ma sicuramente pratiche, per portare a casa degli irriducibili un momento di normalità.
Durante il lockdown oltre 150 milioni gli aperitivi delivered to home. Dopo le riaperture, nel 2021 sono stati 170 milioni quelli consumati dagli italiani fuori casa.



Leggi anche: Lo PSICOAPERITIVO: l’APERITIVO cambia con la PERSONALITÀ

# Un evento lungo 10 giorni

Credits: zenomag.com

L’appuntamento vero e proprio del 26 maggio, a Milano, è fissato alla Fondazione Feltrinelli. In occasione della presentazione, moderata da Francesca Romana Barberini, oltre a Federico Gordini haanno partecipato anche gli chef Andrea Berton e Daniel Canzian, insieme al suo sommelier Silvio Toselli, Filippo Sisti, barman ambassador, e Luca Enzo Bertè, sommelier del ristorante Berton.
Insieme a loro anche Alessandro Lupo, del Marketing & Communication di Carrefour e Giuseppe Monopoli, Manager di Haier Group, questi ultimi due a rappresentare i main sponsor del World Aperitivo Day, Carrefour e Candy.

Proprio Carrefour darà il via all’evento da lunedì 16 maggio, con una serie di promozioni commerciali legate all’aperitivo, con l’intento di sensibilizzare i clienti verso l’acquisto di prodotti a filiera garantita.

Leggi anche: I 5 migliori MERCATINI AGRICOLI di Milano

# La scelta degli ingredienti

Credits: celiacozens via Pixabay

Nonostante ognuno ne abbia la propria personale interpretazione, l’aperitivo è tale se almeno il 50% è italiano. La scelta degli ingredienti, pertanto, deve essere per lo meno a metà di produzione italiana.
La giornata internazionale dell’aperitivo si prefigge anche questo obiettivo, ovvero esaltare il patrimonio enogastronomico regionale, con accostamenti alle tradizioni di food & beverage di tutto il mondo, passando però per prodotti a denominazione o provenienti da filiere di garanzia Made in Italy.
Anche l’accostamento tra cocktail e cibo deve passare attraverso una scelta per nulla banale, per esaltare il gusto e il lavoro di chef e mixologist.

La sintesi del World Aperitivo Day sarà la sottoscrizione del Manifesto dell’Aperitivo, un decalogo proposto da Aperitivo Association per individuare e codificare i valori fondanti di questo cerimoniale quotidiano. Senza dimenticare la formidabile accoppiata tra incontro e tasting.

Dopo due anni molto faticosi, è proprio quel che serve al comparto per ripartire con leggerezza.
Pronti per alzare i bicchieri?

Continua la lettura con: APERITIVO all’APERTO? I 10 posti TOP a MILANO

LAURA LIONTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/